Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Don Pasquale all'Unione: prosegue la produzione lirica targata Premio Fausto Ricci

Spettacolo
Font

VITERBO - Ancora una produzione lirica viterbese realizzata dall’Associazione XXI Secolo che, con la supervisione di Josè Carreras e della sua équipe, mette in scena il Don Pasquale di Gaetano Donizetti al teatro Unione il 18 marzo (ore 21,00) e il 20 marzo (ore 16,30).

L’iniziativa completa gli esperimenti 2020 e 2021 di Cavalleria Rusticana ed Elisir d’amore nell’ambito del concorso internazionale di canto “Fausto Ricci”.

Già nel libretto viene evocata la Tuscia con la città di Corneto (l’attuale Tarquinia). E’ scritto infatti  “L’ho detto e lo ripeto, io don Pasquale da Corneto possidente, qui presente in carne e ossa”

Protagonista l’orchestra sinfonica EtruriAEnsemble diretta da Fabrizio Bastianini, da 15 anni stabile e consolidata nelle varie sezioni, formata anche da alcuni professori della Scuola Musicale Comunale e da alcuni del Liceo Musicale “Santa Rosa”.

Le otto voci liriche (divise in due sezioni) sono legate a Viterbo per essere state selezionate al concorso Fausto Ricci, edizione 2021: Francesco Leone e Gaetano Merone (Don Pasquale), Fabrizio Brancaccio e Matteo Guerzè (Dottor Malatesta), Gesua Gallifoco e Airi Sunada (Norina), Shengzu Ou e Marco Poggioni (Ernesto). Il notaro è interpretato da un ex studente del Liceo Musicale, Filippo Malvezzi.

L’Ensemble vocale “Il Contrappunto”, diretto da David Barrios, resta il corpus centrale del coro, rinforzato di volta in volta da  apporti esterni.

Un'incoraggiante novità i contributi del Liceo Artistico “Francesco Orioli”, con i laboratori di sartoria (su disegni di Marianna Carbone) e grafica.

La regia è di Mariano Bauduin con le scene di Nicola Rubertelli, e il trucco/parrucco di Andrea Marchi.

Le premesse ci sono tutte per creare nei prossimi anni a Viterbo, come da molti auspicato, un vero e proprio centro stabile di produzione lirica. “Il sogno  – ha commentato il presidente dell’Associazione XXI secolo e patron dell’iniziativa Giuliano Nisi –  si avvera grazie soprattutto agli autorevoli sostegni di Mario Dradi, che ci ha favorito l’anno scorso l’incontro con Josè Carreras per la presidenza di giuria del Fausto Ricci".

L’iniziativa, che si avvale anche del gruppo consolare di Viterbo del Touring Club, vanta concrete collaborazioni da parte di: Ministero della Cultura, Regione Lazio, Distretto Turistico dell’Etruria meridionale e i Comuni interessati ad un circuito teatrale con capofila Viterbo attraverso l’Atcl. Il Don Pasquale è stato già “acquistato” infatti da una decina di teatri tra cui quelli di Chiusi, Rieti, Civitavecchia, Orvieto, Sassari, Chieti, Novara dove andrà in scena dopo la “prima” al teatro Unione.

Platea
POLTRONISSIMA: €40,00
POLTRONA: € 30,00
Palco
PRIMA FILA: €20,00
SECONDA FILA: €10,00

Teatro dell’Unione
piazza Giuseppe Verdi – Viterbo
La biglietteria del Teatro è aperta dal martedì al sabato con orario
10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00.

Riduzioni: under 18 e over 65.

Per informazioni
www.teatrounioneviterbo.it e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 388.9506826
Tel. 347.5607720