Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il Vespro della Beata Vergine con la King’s School di Canterbury

Spettacolo
Font

VITERBO - Nuovo appuntamento musicale per festeggiare il VI Centerario della Madonna della Quercia (1417-2017). Sabato prossimo il Touring Club, in collaborazione con Parrocchia di Santa Maria della Quercia e Pro Loco di Viterbo, presenta Il Vespro della Beata Vergine.

L'opera di Claudio Monterverdi è un lavoro monumentale scritto per un grande coro, che possa coprire dieci parti vocali in alcuni movimenti, e che, nel corso dell'opera, si scomponga in cori separati mentre accompagna ben sette differenti solisti.

Il lavoro di Monteverdi guadagnò all'opera un posto nella storia della musica. L'opera non ha soltanto un valore intimistico, per i suoi momenti di preghiera, ma incorpora nel suo tessuto musica profana in un lavoro chiaramente dedicato ad una funzione religiosa. Esso comprende diverse forme compositive che vanno dalla sonata al mottetto all'inno al salmo, senza peraltro perdere di vista il tema religioso dell'opera. Il Vespro raggiunge un'unità di scrittura costruita sul canto piano del gregoriano, che diventa un cantus firmus nell'opera monteverdiana.

Sarà proposto dell'Orchestra e Coro della King’s School di Canterbury, direttore Will Bersey, sabato 4 novembre 2017, alle 16,00, nel santuario della Madonna della Quercia.

L'ingresso è libero.

T. P.