Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"Ti conviene odiarmi": la musica "matura" di Federico Meli che racconta il lancio da solista

Protagonisti
Font

VITERBO - Lunedì 23 settembre parte la nuova carriera solista di Federico Meli, che dopo anni con i Giorni Anomali da qualche mese ha avviato un percorso personale, che ora è pronto a presentare al pubblico.

Sarà un Federico diverso rispetto al recente passato, un suono più maturo, con pianoforte e violino dominanti, e una forte impronta cantautoriale. Il titolo? "Ti conviene odiarmi" 

Cosa ti ha portato ad abbandonare la band per lanciarti come solista?

"A livello energetico il progetto precedente era esaurito, eravamo ormai in una continua rincorsa all'aspettativa, senza goderci più il momento. Una fine fisiologica in grande amicizia, infatti con molti collaboro, da Stefano Capocecera, che è tornato a suonare il basso, ad Alessio Forlani che ha prodotto il disco, seguendo anche il progetto come ingegnere del suono, fino ad Andrea Frittelli che lo ha arrangiato".

Si tratta di un solo brano o di un lavoro più articolato?

" 'Ti conviene odiarmi' è il primo singolo dell'intero lavoro, entro qualche mese ne usciranno altri, per poi pubblicare tutto il cd. Questa prima canzone parla di quelle persone che, quando non riescono a contrastare la forza degli avversari con mezzi leciti, cercano di creare caos e fare un rumore innaturale".

Cosa ti aspetti?

"Niente, non so che aspettarmi e non voglio aspettarmi nulla, proprio per non trovarmi come in passato. Ricomincerò a suonare nei locali dove iniziai 10 anni fa, ripartendo da zero, recuperando lo spirito di allora".

Nessuna etichetta, quindi, ad identificare il progetto...

"In questi 10 anni il panorama musicale è cambiato e io sono fuori dalle dinamiche commerciali, che vedono dominare rap e trap. Il mio lavoro è decisamente più maturo, sia come linea stilistica che come pubblico a cui si rivolge. Non punto di certo al mercato ma alle mie sensazioni.

E' pronto anche il video?

"Certo, abbiamo fatto un lavoro completo, girato al Lago di Bolsena, che volutamente mette in evidenza la bellezza della Tuscia, forte del mio spirito campanilistico che mi fa pensare di vivere nella migliore terra del mondo. Per la prima volta entra la danza in un mio video, con la grazia di Arianna Caso, con un risultato che trovo davvero bello".

Questi i dettagli del brano, al momento in digitale, come singolo, all'inizio dell'anno direttamente nel Cd con tutti gli altri brani di Federico Meli:

"Ti conviene odiarmi"

Testo e melodia: Federico Meli - Musica: Federico Meli e Andrea Frittelli

Arrangiamenti A.Frittelli/A.Forlani/A.Poli Mix e Master: Alessio Forlani

Voce: Federico Meli
Chitarre: Alessio Forlani
Basso: Stefano Capocecera
Batteria: Emanuele Tienforti
Violino e Piano: Alberto Poli
Programmazioni: Alessio Forlani

Regia video: Giulia Selvaggini Auito regia: Simone Felici

Coreografia: Arianna Caso

Teresa Pierini