Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Grande successo per Vitercomix: giochi, fumetti e passione

VITERBO - Il primo grande successo di Vitercomix è aver riportato uno spirito bambino in tutti i visitatori, il secondo è il gran numero degli stessi. Una manifestazione che si sta autofinanziando con i biglietti, aiutata dalla Fondazione Carivit e abbandonata dal Comune. Alla fine una soddisfazione enorme per gli organizzatori

Complimenti da tutti, a partire dagli espositori, che hanno gradito la location, il centro polifunzionale della Fondazione a Valle Faul, che si presta perfettamente ed idonee divisioni di spazi, per metterli in evidenza. Al centro la mostra mercato, piena di curiosità per gli appassionati di ogni pubblicazione ed oggetto che graviti intorno al mondo dei fumetti, sopra l'area gioco, gestita dalla Tana degli Orchi, che organizza Ludika, piena di visitatori, famiglie, bambini, in coda per un turno di gioco fatto di scatole, pedine, e un divertitmento un po' retrò che non passa mai di moda. Il colore dei Closplay, fotogratati dal team Clilck!, aggiunge ancora simpatia e curiosità. Nel corridoio espositivo la mostra dei talenti locali, a cui si è aggiunta quelle dedicata a Lillo e Greg e a Francesco Barbieri, immancabile l'ironia di casa di Viterbix. e poi la sala conferenze piena di pubblico attento, merito di incontri interessanti come quello che ha visto protagonista Lillo. 

Lo stesso Lillo non si è perso l'esposizione, girando per gli stand e l'area artisti, ammirando quanto esposto e non lesinando simpatia e selfie con tutti. "Torno il prossimo anno, già mi prenoto, merita quando si vedono manifestazioni così ben fatte" confida, mentre si perde tra i mille pupazzi di un banchetto. 

Passione e lavoro anche per Francesco Barbieri, che si racconta mentre non smette mai di disegnare e dipingere: "Mi piace partecipare a queste manifestazioni, incontro gente e soprattutto ritrovo il grande amore per i colori, realizzando tavole dal vivo. Lavoro per la Warner da sempre e da qualche anno, dopo aver disegnato la copertiina fumetto di Celentano e alcune strisce per i 70 anni di Paperino, ho partecipato alla selezione dei disegnatori Disney Italia, risultando tra i 5 scelti. A giro ci arriva la sceneggiatura del fumetti, alcune più dettagilate altre più libere, e preparo i disegni, li mando all'approvazione e poi li concludo a china. Purtroppo la fase di colorazione ormai avviene in digitale, per questo amo partecipare a queste manifestazioni - conclude - mi fanno giocare con i colori come una volta.  Ai visitatori piace scegleire e tavole originali pronte, che firmo, ma tanti vengono con foto di animali e chiedono la fumettizzazione del proprio amico a quattro zampe". 

Vitercomix prosegue per l'intera giornata di domenica. 

T. P.