Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Rossi, Ascenzi e Mecarini

VITERBO - Uno dopo l'altro la città accoglie i riti che portano verso Santa Rosa. Dopo il montaggio di Gloria, poco dopo ferragosto, e le cene dei Facchini, un altro atto è considerato imperdibile, anche se lo scorso anno non si svolse: le "penne sotto la macchina".

La conferenza stampa del Festival Stradella, intervento dell'assessore Delli Iaconi

VITERBO – La presentazione del Festival Stradella viene il giorno dopo lo sfogo del Maestro Vignati, pubblicato su queste pagine (per leggere l'articolo clicca qui).
Le ragioni del direttore artistico del Tuscia Operafestival e del Festival Barocco non vengono però prese in considerazione, con l'amministrazione viterbese che prosegue lungo la sua strada.

Le tribune davanti Palazzo dei Priori

VITERBO - E' in corso la vendita dei biglietti delle tribune poste lungo il percorso della Macchina di Santa Rosa.

La disponibilità prosegue sul sito ticketitalia, dove è possibile scegliere la tribuna preferita. Le tribune a disposizione, salvo esaurimento posti, sono collocate a Porta Romana, piazza Fontana Grande, piazza del Plebiscito, piazza Verdi e Piazza della Repubblica, tutte a 40 euro, esclusa piazza del Plebiscito dove il costo sale a 45 (per tutti diritto di prevendita 6 euro ciascuno).

La locandina del concerto inaugurale romano

VITERBO - Dopo una lenta agonia che l’ha portato al silenzio, risorge grazie allo sforzo dei Comuni di Viterbo e di Nepi il Festival Barocco in una veste nuova: più articolata, specialistica, dinamica.

Sarà probabilmente il festival di musica barocca più grande d'Italia: oltre a ben 17 concerti, tra cui un'opera lirica di prestigio internazionale, in programma ci sono seminari, masterclass, conferenze e registrazioni dedicate alla musica romana del XVII secolo.

Le opere posizionate dietro le tavole di Sebastiano del Piombo (foto scattata a marzo 2017, con la Pietà in prestito al National

VITERBO - La questione relativa al Museo Civico continua ad essere una ferita aperta per la città, fin dal crollo del 2005, che causò non solo danni all'edificio ma anche grossissime difficoltà di collocamento delle opere, costrette ad accumuli in stanza rimaste intatte e, purtroppo, magazzino.