Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

VITERBO - Niente sigilli alla fonte sorgiva della Masse di San Sisto, come richiesto dal Tribunale e come annunciato dal custode incaricato, il geologo Pagano, che ha declinato l'invito ricusando l'incarico (criticato per il suo ruolo nella società controparte), immediatamente passato all'Ing. Bruti. La notizia odierna è questa: niente chiusura, almeno oggi, per la pozza "popolare" gestita dall'associazione Le Masse.

Altri articoli...