Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Pupo racconta Su di noi... 40+2 anni dopo, ripartendo da Castiglione in Teverina

CASTIGLIONE IN TEVERINA - Doveva essere il concerto del 2020, è diventato il primo show post emergenza: il comitato festeggiamenti del Santissimo Crocifisso è ripartito da quel "dove eravamo rimasti" e lo ha fatto con Pupo, che ha portato sul palco il tour "40 anni Su di noi" e ha ripreso le attività dei concerti.

Nel video l'artista aretino si racconta, parla del passato, di oggi e dell'imminente domani, con la sua grande voglia di musica, condivisa con il pubblico in piazza e con la figlia Clara, a cui ha trasmesso la passione. Dal palco racconta del papà Fiorello, il postino di Ponticino, dei successi, di mamma a cui dedica I colori della mente, nascondendo a fatica la commozione. Poi l'amore per Anna, che ai tempi del suo servizio militare aspettava già la prima bambina, e quello per Patricia, che ora li unisce in una famiglia allargaga. Uno spettacolo da vivere e condividere, con la gioia di fare musica.

T. P.

Altri Video

La città di Viterbo, nell'ambito dei Pomeriggi Touring organizzati dal console Ceniti con il supporto della Fondazione Carivit, ha omaggiato la figura del regista Giorgio Capitani con un incontro a lui dedicato. In questo video, con le interviste realizzate da Teresa Pierini per www.latuaetruria.it, qualche veloce racconto dei set, partendo da quelli della moglie Simona Tartaglia, sempre al suo fianco, e di alcuni protagonisti: dal Maresciallo Rocca i "fedeli" Paolo Gasparini (Banti) e Massimiliano Pazzaglia (Alfano), e Angelo Zemella. Nella doppia vede di Papa Giovanni (da giovane) ed Enrico Mattei l'attore Massimo Ghini e, immancabili, i carabinieri (veri) Tramontana e Iannaccone, che hanno insegnato a Gigi Proietti e a tutto il cast l'atteggiamento giusto per vestire la divisa, al loro fianco il comandante, colonnello Antonazzo. Nella pagina facebook latuaetruria è possibile visionare il video tribute trasmesso al pubblico nella giornata.