Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Le Minimacchine: tradizione e futuro per il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa

Sagre e Feste
Font

VITERBO - Nate come un gioco, mezzo secolo fa tanti ragazzi giocando in strada si inventavano improbabili macchine fatte di scatoloni sempre nel nome di Rosa, le Minimacchine sono diventate parte della tradizione e avvicinano i cittadini alla festa, fornendo anche ottimo materiale umano futuro per il Sodalizio.

Pin It

Sono le MInimacchine, quella del Centro storico, 53° anno, e quella del Pilastro, 49°, e da sei anni anche il Quartiere Santa Barbara: in conferenza erano presenti i presidenti dei comitati organizzativi e i capo facchini.

Il primo saluto è per Terzoli, che domenica ha già visto i ragazzi e i bambini portare per Santa Barbara "Miracolo di Fede": "Sembrava difficile aprire la festa ancora in pieno agosto, e invece abbiamo avuto molto più pubblico degli anni precedenti. Il trasporto è stato davvero emozionante e in molti hanno visto, al termine, i nostri piccoli Facchini piangere, ma erano lacrine di emozione, che hanno sentito forte, anche per il regalo che ci è stato fatto, la reliquia di Santa Rosa che ha viaggiato con noi sulla Macchina".

Pino Loddo, capofacchino del Pilastro, è partito con un annuncio: il prossimo anno, per festeggiare il 50° anniversario, arriverà una nuova Macchina, resta da vedere a quale si ispireranno, perché questa è una struttura che viene riproposta in piccolo pescando dalle grandi del passato. E se fosse la più amata.. il Volo d'angeli? Non resta che attendere. "Le Minimacchine sono partite tanti anni fa come gioco e tradizione per i ragazzi, ma oggi siamo diventati tre scuole, infatti il 70% dei Facchini che superano la prova vengono dalle minimacchine". L'appuntamento con l'ultimo trasporto di Spirale di fede è quindi per domenica 31 agosto.

Infine il cuore della città, che tradizionalmente si illumina con le luci della Minimacchina il 1° settembre, raccontata dal presidente del comitato Lucio Laureti: "Quest'anno festeggio il quarantesimo anniversario di Comitato centro storico, un viaggio iniziato da mini facchino quando avevo 6 anni. Non è cambiato nulla, il nostro spirito è sempre verso di loro, i ragazzi, la minimacchina è il motore della festa che cerchiamo di far crescere attraverso i valori di un tempo, come il gioco in strada, lontani da cellulari e smartphone. Non resta che sperare nel tempo... Santa Rosa deve darci una mano". Luce di Rosa sfilerà nel centro storico il 1° settembre.

Teresa Pierini