Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Casantini conferma la tradizione: torna la Fabbrica del Cioccolato

Sagre e Feste
Font

VITERBO - Torna la Fabbrica del Cioccolato della pasticceria Casantini, ormai tradizionale appuntamento cittadino in vista del Natale. Per anni al centro delle attrazioni natalizie del Christmas Village, a Viterbo e a Sutri, nel 2020 nonostante il covid non ha voluto dare una delusione ai suoi fan più golosi e ha aperto i battenti nella veranda del punto vendita di via Monte Bianco. E quest’anno si replica, con tante novità e con il cioccolato protagonista assoluto delle feste.

Pin It

“Il percorso della Fabbrica del Cioccolato nasce da lontano, da quando realizzavamo l’evento Chocolart - ricorda Virginio Casantini -. Poi abbiamo sempre contribuito ai successi dei villaggi di Natale, fino a quando il Covid ci ha messo lo zampino. Un anno fa, vista l’impossibilità di organizzare iniziative in grande a causa della pandemia, abbiamo pensato di non deludere i nostri clienti e di allestire la Fabbrica del cioccolato  nel nostro punto vendita di via Monte Bianco. Una scelta apprezzata, che replichiamo anche nel 2021”.

L’offerta, come sempre, è ampia e variegata: si va da ogni tipo di pralina alle classiche tavolette, dalle idee regalo alle vere e proprie opere d’arte realizzate in cioccolato. “Abbiamo pensato di proporre anche le sculture in cioccolato - aggiunge Katia Casantini -, con diverse forme e di differenti dimensioni. Il cioccolato è stato lavorato e scolpito con tecniche particolari: sono tutti pezzi unici da ammirare, da gustare e da regalare”.

“Ormai si tratta di un appuntamento tradizionale nel periodo di Natale, ideato e riproposto nel tempo da Katia e Virginio Casantini per esaltare il cioccolato artigianale declinato in ogni sua forma – commenta il segretario di Confartigianato Imprese, Andrea De Simone -. La pandemia non ferma il saper fare artigiano e i clienti certamente anche quest’anno premieranno la pasticceria Casantini visitando in tanti la loro straordinaria Fabbrica del cioccolato”.