Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il comitato Sacro Fuoco si tinge ancora di rosa: Elisa D'Ottavio è la nuova presidente

Sagre e Feste
Font

VITERBO - Si è appena spento il Focarone di Sant'Antonio a Bagnaia e dalle sue ceneri, come da tradizione, è già rinato il nuovo gruppo. Ad organizzare l'edizione 2019 sarà di nuovo il rodato team degli ultimi anni ma stavolta sarà guidato da due donne: la presidente Elisa D'Ottavio e la vice Erika Baldini.

Pin It

Come sempre tutto si è deciso nel pomeriggio del 17 gennaio, a festa finita, quando il presidente uscente ha depositato sul muro della chiesa di Sant'Antonio lo stendardo, dando occasione ad un nuovo soggetto di prenderla e dichiarare a tutti che da quel momento è il presidente, anzi, la presidente. Poi si procede alla presa di impegno con la firma dello storico registro dove sono segnati gli ultimi cinquant'anni della festa bagnaiola.

"Un grande onore per me, che in passato sono stata anche vicepresidente - sottolinea Elisa - ma soprattutto un impegno che prendo volentieri nel nome delle tante amiche che mi sono vicino: sarà di nuovo il 'fuoco delle donne'. Con noi la squadra che da tre anni si impegna per la riuscita della festa, una quarantina di giovani, con tanti ragazzi fondamentali nella raccolta delle legna. Spero di essere in grado di dare la scossa che serve. Quest'anno è tutto andato alla grande, tantissima gente, gli stand enograstronomici già esauriti dalle 22.30, tutti soddisfatti della serata. Adesso inizia il lavoro per la prossima".

I primi impegni saranno le feste di finanziamento, il 13 febbraio è in programma una cena di Carnevale, e a breve sarà organizzato un torneo di calcio per le squadre delle contrade, un modo per recuperare anche questa tradizione che nel tempo si è leggermente affievolita. Da marzo la squadra riparte per la raccolta delle legna, che vengono accantonate in previsione della catasta da creare in piazza XX settembre nel gennaio successivo.

Sarà un anno impegnativo per Elisa, Erika e tutte le ragazze e i ragazzi del Comitato Sacro Fuoco, dalla redazione de latuaetruria i migliori auguri di buon lavoro, aspettando di celebrare insieme un nuovo successo per il Focarone di Bagnaia in onore di Sant'Antonio.

Teresa Pierini