Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"Lazio Contemporaneo": selezionate le 11 opere vincitrici, 3 nella Tuscia

Mostre
Font

ROMA - "Prosegue l'impegno della Regione a sostegno della creatività per fare del Lazio un unico grande museo diffuso che, attraverso l'arte, racconti le tante sfaccettature del rapporto tra comunità e territorio" così la nota della Regione Lazio che annunica la graduatoria dell'Avviso pubblico "Lazio Contemporaneo", volto a sostenere la realizzazione di opere d'arte contemporanea di giovani artisti e creativi del territorio.

Pin It

"Continuiamo a promuovere l'arte in ogni sua forma. Con un investimento di oltre 450 mila euro, finanziamo 11 progetti realizzati da giovani creativi under 35. Con 'Lazio Contemporaneo' inauguriamo una nuova stagione culturale che porta al centro la sostenibilità ambientale, l'identità dei luoghi e delle comunità e l'integrazione e valorizzazione delle diversità contro ogni disuguaglianza. Abbiamo chiesto ai giovani artisti di interpretare queste tematiche perché potessero raggiungere il pubblico attraverso i loro occhi e le loro sensibilità. Soprattutto in questa fase così complessa della nostra storia, abbiamo bisogno di ritrovarci nella bellezza e di credere nello sguardo delle nuove generazioni", dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Con "Lazio Contemporaneo", la Regione ha sostenuto creativi che non abbiano ancora compiuto il 35esimo anno di età, residenti o che studiano nel Lazio, con un contributo interamente a fondo perduto fino a 50 mila euro. L'avviso è stato rivolto, inoltre, a enti privati con personalità giuridica, comprese le imprese. Le opere finanziate dal bando - aperto a tutte le forme artistiche, dalla pittura alla scultura alla fotografia ma anche video e portali web (ad eccezione della street art a cui è stato dedicato uno specifico avviso) - saranno a disposizione del pubblico entro il mese di giugno 2021.

Come da Avviso, l'effettiva concessione dei contributi è subordinata all'esito dei controlli previsti.

GLI 11 PROGETTI SELEZIONATI

Sono 5 i progetti che verranno realizzati a Roma: Valeriana Berchicci presenta "Cityscapes – Museo digitale della memoria"; Varsi Lab propone "Condominio": un'installazione site specific all'interno dell'ex-Cartiera Salaria di Roma a opera del gruppo di artisti di Sbagliato, formato da tre architetti e designers romani; "This is Us, ritratti di seconda generazione" è il progetto multimediale dell'artista Maria Di Stefano che realizzerà una serie di ritratti di trenta ragazzi italiani di seconda generazione; La Fondazione Pastificio Cerere presenta il progetto "Losing Control": due opere site specific pensate per gli spazi della sede in Via degli Ausoni; infine, la Projenia Società Cooperativa propone "Untitled. La pelle della materia" che vedrà la realizzazione di 10 opere inedite, realizzate dall'artista romano Marco Eusepi, che hanno come tema l'investigazione del paesaggio, in un flusso continuo tra astrazione e figurazione.

A Frosinone, l'artista e performer Viola Pantano presenta "Anti-social Car": un'automobile futuristica realizzata partendo dalla carrozzeria di una Fiat Panda: a Isola del Liri, la Chirale s.r.l. propone "Gocce": un'opera d'arte visiva e sonora site specific realizzata tramite l'utilizzo di tecnologie multimediali e digitali.

Il Centro di Ricerca e Sperimentazione Metaculturale presenta a Vacone, in provincia di Rieti, "Route 313_ Arte in Sabina" dell'artista Andrea Gandini.

In provincia di Viterbo, a Celleno, The Gallery Apart propone "Lost in Myst" di Federica Di Pietrantonio: una passeggiata virtuale in un paesaggio ideato come la scenografia di un videogioco e trasformato in simulacro dello scenario naturale della Tuscia. L'opera sarà proiettata su una parete esterna della rocca di Celleno, integrandosi con l'architettura del luogo.

A Bomarzo, La Dramaturgie di Marco Vaccari presenta il progetto "Giraffa": un'installazione di circa 4 metri e mezzo di altezza, per 10 metri di lunghezza, che si ispira alle pensiline delle stazioni di servizio anni '50. L'opera monumentale, realizzata interamente in metallo, punta a diventare un centro di socialità e di cultura, adatta a ospitare una grande varietà di eventi, armonizzando il razionalismo novecentesco con il gusto tutto rinascimentale per il grottesco e l'assurdo che richiama le figure del Sacro Bosco di Bomarzo.

Vetralla ospiterà il progetto dell'Associazione Gigant dal titolo "Alleanze", ideato dall'artista Gaia Di Lorenzo: due opere scultoree permanenti che idealmente uniscono il centro abitato di Vetralla con il bosco di Monte Fogliano. Le opere intendono celebrare la relazione secolare e ancora attuale tra la comunità e il bosco, partendo dalla tradizione dello "Sposalizio dell'Albero".