Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

L'asse Siena-Viterbo per raccontare gli anni '90 di Kurt Cobain

Libri
Font

VITERBO - Sabato 17 novembre alle ore 16.30 in via Sant’Egidio n. 11 si terrà la presentazione del romanzo della dottoressa Silvia Roncucci “L’anno della morte di Kurt”.

Pin It

L’evento, ad ingresso libero, è organizzato dall’associazione Itinerart-Cultura, impegnata nella promozione della lettura e del patrimonio culturale.

Il libro rappresenta un ponte tra presente e passato, tra il quotidiano e i mitici anni '90, quando la morte del celebre cantante dei Nirvana Kurt Cobain, avvenuta nel 1994, segnò un’intera generazione degli adolescenti dell’epoca.
Un libro insolito e per nulla scontato, in cui arte, cronaca, amori e ricordi si fondono.

Nel corso dell’incontro interverrà il professor Fiorenzo Mascagna, presidente dell'associazione. Valentina Berneschi, storico dell’arte, presenterà l’autrice Silvia Roncucci.

Silvia Roncucci, nata a Siena nel 1979, è autrice di saggi, articoli storico-artistici, racconti, romanzi, guide per ragazzi, scritti umoristici che le sono valsi diversi premi a livello nazionale. Nel 2013 ha pubblicato il romanzo "Non tutto è da buttare", premiato proprio a Viterbo nel 2016.
Ė tra i fondatori del Gruppo Scrittori Senesi.
L’incontro costituisce occasione di dialogo tra due città, Viterbo e Siena, entrambe caratterizzate da un prestigioso passato e da un prezioso patrimonio artistico.