Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Quasi due secoli di storia delle fabbriche di ceramica civitonica nel libro di Augusto Ciarrocchi

Libri
Font

VITERBO - Nell'ambito della Settimana della Cultura d'Impresa di Confindustria, mercoledì 22 novembre 2023 alle ore 9.30, presso la sede di Unindustria Viterbo in Via Faul 17, si terrà la presentazione del libro “L’industria della ceramica di Civita Castellana. Fabbriche e ceramiche dal 1792 al 1929” scritto dall’imprenditore Augusto Ciarrocchi, Presidente di Ceramica Flaminia e Vice Presidente di Confindustria Ceramica.

Pin It

Il libro ricostruisce le fasi salienti dell'industria civitonica, dalla fine del Settecento alla crisi economica mondiale del 1929. La storia delle imprese e delle tecniche produttive si intreccia magistralmente con quella dei ceramisti e delle loro famiglie, seguendo anche il divenire della storia economica, politica e sociale del territorio. Oltre all’autore, sarà presente anche Silvia Valentini, Direttrice scientifica del Museo della Ceramica della Tuscia.

Per l'occasione, l'autore ha scelto di condividere questo affascinante viaggio con gli studenti dell'Istituto Midossi di Civita Castellana, in un incontro che vuole valorizzare l'industria della ceramica quale elemento d'identità del territorio e del Made in Italy. È proprio alla valorizzazione e alla diffusione dei valori dell'impegno imprenditoriale che è dedicata la Settimana della Cultura d’Impresa di Confindustria: la cura delle persone, la relazione con il territorio e con la sua storia, il rapporto con i giovani, con i docenti, con le le istituzioni formative, la sostenibilità sociale e ambientale, la condivisione del benessere, l’espressione del bello e ben fatto che l'Italia incarna nel mondo.

Attraverso eventi, visite aziendali e occasioni di confronto come questa del 22 novembre a Viterbo, uomini e donne d’impresa si impegnano con disponibilità e sensibilità a raccontare la propria storia, le proprie esperienze, la loro visione del futuro, nel quadro di una grande mobilitazione collettiva che anima la Settimana della Cultura d’Impresa da ben 22 edizioni.