Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tuscia - parchi e ville da sogno: i contenuti e i protagonisti della guida de La Repubblica

Libri
Font

TARQUINIA - Pubblicata e già disponibile in edicola "Tuscia - Parchi e ville da sogno" per "Le guide ai sapori e ai piaceri" de La Repubblica, in collaborazione con la Fondazione Cotarella. In copertina le ortensie del Giardino La Perella.

Pin It

La guida presenta le bellezze della Tuscia partendo dal "Racconto d'autore", attraverso testimonial d'eccezione del mondo dello spettacolo e della cultura - tra loro Margherita Buy, Liliana Cavani, Francesca Archibugi e Dominga Cotarella - che svelano il loro rapporto con i luoghi più celebri del territorio, tra cui l'iconica Faggeta monumentale del Cimino, patrimonio dell'Unesco, mentre esperti del settore sono al centro di approfondimenti naturalistici e artistici.

La presentazione è avvenuta nella sala consiliare di Tarquinia ()Parchi e ville della Tuscia: la guida di Repubblica ottimo pretesto creare sinergia nella promozione del territorio.

Tra le realtà del territorio in "Volti e storie" i racconti particolareggiati di Andrea Alessi (Villa Lante di Bagnaia), Stefano Aluffi Pentini (Rocca Farnese di Ischia di Castro), Ruggero Parrotto (nascente Dimora Verdeluce di Castiglione in Teverina, progetto Fondazione Cotarella), Margherita Eichberg (tesori da ammirare), Stefano Petrocchi (recupero palazzi con Pnrr), Angelica Bettini (cene d'epoca al Sacro bosco), Paola Iglori (simbolismo natura a Villa Lina), Claudia Ruspoli (radici nel castello di famiglia) e Alessandro Selbmann (sentieri Cai).

I parchi e le ville storiche della provincia di Viterbo sono, quindi, al centro di itinerari e passeggiate, accompagnate dai consigli per arricchire il viaggio grazie a suggerimenti su dove mangiare, comprare e dormire, scoprendo così insegne d'eccellenza e tipicità enogastronomiche.

Tra i luoghi da non perdere nella guida, divisi per itinerari, ci sono il Parco Regionale Valle del Treja, la Faggeta vetusta del Monte Cimino, il Parco archeologico naturalistico di Vulci, quello di Marturanum, la Riserva Naturale di Tuscania e quella delle Saline di Tarquinia, la Valle dei Calanchi, il Bosco Monumentale del Sasseto, il Monumento naturale di Corviano, il Parco Regionale di Sutri e molti altri. Una sezione è poi dedicata alle ville e ai giardini: Parco dei Mostri, Villa Lante, Calcata Massobrio-Portoghesi, Centro Botanico Moutan, Giardino del Poeta, La Perella, La Serpara, Orto Botanico Rambelli. Un'altra parte analizza i castelli più affascinanti: Palazzo Farnese a Caprarola, Rocca Monaldeschi della Cervara a Bolsena, Palazzo del Drago sempre a Bolsena, Castello Ruspoli a Vignanello, Castello di Trevinano, Castello Anguillara a Canepina, Castello dell'Abbadia, Castello di Proceno, Castello di Torre Alfina, Castello Orsini a Soriano nel Cimino e Castello Orsini a Vasanello. Infine non potevano mancare le Terme e la parte didicata a Feste e Festival.

T. P.