Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

La Traviata chiude la stagione lirica: sabato e domenica doppio appuntamento

Spettacolo
Font

VITERBO - Doppia replica, sabato 13 aprile ore 20:45 e domenica 14 ore 17:00, per La Traviata, l’ultimo titolo della stagione lirico-sinfonica del Teatro dell’Unione di Viterbo promossa dal Comune di Viterbo, in collaborazione con ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio e Mythos Opera Festival, progetto coordinato artisticamente dal tenore viterbese Roberto Cresca e con la supervisione e sovrintendenza del pianista italiano Gianfranco Pappalardo Fiumara.

Pin It

Opera lirica per antonomasia, La Traviata di Giuseppe Verdi è ispirata al romanzo di Alexandre Dumas figlio La signora delle camelie. La cortigiana più desiderata di Parigi, Violetta Valery, colei che aveva fatto spendere per dei mazzi di fiori somme di denaro capaci di far vivere nell’agiatezza un’intera famiglia, scopre per la prima volta l’amore e lascia tutto per stare con Alfredo Germont. Ma il sogno d’amore viene ben presto spezzato da un uomo implacabile, Giorgio Germont, che le impone di lasciare il figlio in quanto la loro relazione è troppo scandalosa per i bigotti e benpensanti provenzali e rischia di mandare a monte il matrimonio della sorella di Alfredo.

“Non credo potesse esserci finale migliore per questa trionfante prima stagione al Teatro di Viterbo - sottolinea Roberto Cresca -. Un titolo di forte richiamo, e molto popolare, cosa che ha fatto già riscontrare un tutto esaurito per la prima del 13 aprile e ci ha piacevolmente costretti ad inserire una replica il 14 aprile in pomeridiana. Per questa produzione ho puntato su due fattori: la giovinezza e gli artisti del territorio. Questo spettacolo era già andato in scena la scorsa estate al teatro antico di Taormina, con le scene disegnate e prodotte da Luisa Migliore in esclusiva per il Mythos Opera Festival. Ho deciso di riproporlo al Teatro dell’Unione puntando su un cast di giovanissimi, molti addirittura debuttanti come Kinga Krajnik nel ruolo di Violetta e Alessandro Fiocchetti in quello di Alfredo. Ho scelto tutti gli artisti dalle audizioni dello scorso gennaio, dove si sono rivelate voci preparatissime e molto interessanti, a dispetto di chi dice che l’opera lirica è morta e che non ci sono più le voci di una volta. La realtà è esattamente diversa. Al suo debutto anche una giovanissima Giulia Alletto nel ruolo di Annina, bravissima cantante siciliana di appena 19 anni! Molti sono gli artisti del territorio, come il direttore Mº Fabrizio Bastianini, al suo debutto nell’opera verdiana, il regista Massimo Bonelli ed il corpo di ballo della scuola Tersicore di Roberta Cataudella che danzerà sulle coreografie di Elisa Laviano. Insomma un mix che creerà uno spettacolo di sicuro interesse e che dimostrerà l’eccellenza di un prodotto che tutto il mondo ci invidia: l’opera lirica”

LA TRAVIATA
melodramma in tre atti di Francesco Maria Piave
Musica di Giuseppe Verdi
allestimento del Mythos Opera Festival per il Teatro dell’Unione di Viterbo
personaggi interpreti:
Violetta Valery: Kinga Krajnik
Flora Bervoix: Michela Rago
Annina: Giulia Alletto
Alfredo Germont: Alessandro Fiocchetti
Giorgio Germont, suo padre: Milo Buson
Gastone, visconte di Letorières: Federico Parisi
Barone Duphol: Luca Cafaggi
Marchese d’Obigny: Antonio Trippetti
Dottor Grenvil: Alessandro Ceccarini
Giuseppe, servo di Violetta: Giuseppe Criscione
Domestico di Flora/Commissionario: Ken Watanabe

Orchestra sinfonica EtruriÆnsemble
Coro ensemble vocale Il Contrappunto
Corpo di Ballo Tersicore di Roberta Cataudella diretto da Elisa Laviano
direttore Fabrizio Bastianini
regia Massimo Bonelli
direttore artistico Roberto Cresca
sovrintendente Gianfranco Pappalardo Fiumara
aiuto regista e light designer Marjolaine Uscotti
direttore di produzione Massimo D’Alessio
scenografo Alice Oliva
scene Laboratorio Progetto Danza Catania Luisa Migliore
costumi Angela Chezzi
luci Domenico De Mattia
trucco e parrucco Simone Marchi
con la partecipazione di Scuola d’arte di Viterbo istituto “F. Orioli” di Viterbo

Biglietti:

Biglietti OPERA (intero - ridotto)
Platea e Palco centrale 1 fila I ORDINE euro 60,00 + prev. euro 55,00 +prev.
Palco Centrale 2 Fila I ORDINE euro 55,00 + prev. euro 50,00 + prev.
Palco Centrale 1 fila II, III e IV ORDINE euro 50,00 + prev. euro 45,00 + prev.
Palco Centrale 2 fila II, III e IV ORDINE euro 45,00+ prev. euro 40,00 + prev.
Palco Laterale 1 Fila TUTTI GLI ORDINI euro 35,00 + prev. euro 30,00 +prev.
Palco Laterale 2 Fila TUTTI GLI ORDINI euro 30,00 + prev. euro 25,00 + prev.
Palco Lateralissimo TUTTI GLI ORDINI euro 25,00 + prev. euro 20,00 + prev.

Riduzioni per gli over 65 e gli under 18

Teatro dell’Unione
piazza Giuseppe Verdi 10 – Viterbo
INFORMAZIONI: 388 9506826 - www.teatrounioneviterbo.it
BIGLIETTERIA: aperta dal martedì al sabato negli orari 10-13 e 15-19.
Biglietti acquistabili anche online sul sito TicketOne.

Per informazioni www.teatrounioneviterbo.it e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 388.95.06.826
Facebook Teatro dell'Unione
Twitter @teatrounione
Instagram @teatrounione