Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

L'Orchestra Musa Classica apre la stagione concertistica pubblica dell'Unitus

Spettacolo
Font

VITERBO - Da questo pomeriggio, sabato 16 ottobre e fino al 21 maggio 2022: tanto durerà la 17a stagione concertistica pubblica dell'Unitus. All'Auditorium di Santa Maria in Gradi gli appuntamenti si susseguiranno ogni sabato alle 17 con una sosta solo per le festività natalizie.

Pin It

"Ventisette concerti - ha specificato il direttore artistico Franco Carlo Ricci presentando la serie di concerti- 4 eseguiti da orchestre e cori, 15 da complessi concertistici, 8 da pianisti. Un programma ricco di sorprese e novità che quest'anno si svolgerà di nuovo in presenza. Ci sarà anche il ricordo dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri con una serata particolare. Nell'impegno dell'Università della Tuscia per realizzare questa 17a edizione della stagione concertistica- ha sottolineato il professor Ricci- essenziale è stato il contributo dalla Fondazione CARIVIT alla quale va il giusto riconoscimento. Anche questa volta ci sono state collaborazioni importanti con Enti e Istituzioni artistiche italiane e di tutta Europa grazie alle quali è stato possibile avere a Viterbo eccellenti artisti".

"E' un impegno notevole per l'Università della Tuscia- ha evidenziato Stefano Ubertini rettore dell'Ateneo viterbese- ma che sosteniamo con favore anche perché rappresenta un dovere per la cultura. Si torna in presenza dopo due anni ma la stagione concertistica dell'UNITUS non si è mai fermata. Trasmessa lo scorso anno in streaming ha avuto 6.500 visualizzazioni. E' chiaro che saranno rispettate le regole sanitarie in materia anti-covid ma questo, ritengo, non costituirà un problema. D'altronde ogni mattina- ha concluso Ubertini- abbiamo oltre tantissimi studenti presenti nelle nostre aule universitarie".

Il successo della Stagione Concertistica dell'Università della Tuscia è sottolineato dalle numerosissime richieste da parte dii artisti italiani e stranieri di potersi esibire sul palco dell'Auditorium di S.Maria in Gradi. "Anche quest'anno- ha detto il professor Ricci- abbiamo dovuto dire no a tanti nomi illustri ai quali abbiamo dato comunque appuntamento per le prossime edizioni".

Protagonista dell'inaugurazione saranno l'Orchestra MuSa Classica dell’Università Sapienza di Roma, diretta da Francesco Vizioli, e i pianisti Fausto Di Cesare e Barbara Brandani. Il programma, molto interessante e godibile, prevede di Franz Schubert (Vienna, 1797- 1828), dalle musiche di scena per il dramma Rosamunde D 797 (Entr’acte n. 3); il Concerto in si bemolle maggiore per pianoforte a quattro mani e orchestra di Leopold Kozeluch (Velvary,1747-Vienna, 1818) e, ancora di Schubert, la Sinfonia n. 5 in si bemolle maggiore D 485.

Il concerto inaugurale e tutti quelli della Stagione 2021-2022, anche se prevedono la presenza del pubblico in sala, potranno essere seguiti, gratuitamente, in diretta o in differita streaming utilizzando il seguente link: https://youtube.com/playlist?list=PLmp2AWh1L6Aq0JOTlqJLKfQsvZy2axz6K