Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il coro Russia Cristiana di Milano in concerto alla Trinità

Spettacolo
Font

VITERBO - Sabato 20 novembre 2021, alle ore 21,00, presso la Chiesa dellaTrinità, Santuario Maria santissima Liberatrice, si terrà il concerto del coro Russia Cristiana di Milano.

Pin It

L’incontro che doveva svolgersi lo scorso anno, rimandato a causa della pandemia, può finalmente essere offerto dai padri agostiniani ai cittadini viterbesi.

Nella serata di sabato il coro eseguirà i canti della tradizione slavo-bizantina, dedicati a Maria dal titolo:  ‘In Te si rallegra ogni creatura’,  un percorso di immagini e canti della tradizione bizantino-slava dedicati alla madre di Dio, alla sua figura unica fonte della nostra speranza.

L’associazione Russia Cristiana è stata fondata nel 1957 da padre Romano Scalfi, allo scopo di far conoscere in Occidente le ricchezze della tradizione spirituale, culturale e liturgica dell’ortodossia russa; di favorire il dialogo ecumenico attraverso il contatto fra esperienze vive; di contribuire alla presenza cristiana in Russia.

L’incontro tra Padre Romano Scalfi e la realtà di Russia Cristiana ha rappresentato un arricchimento della consapevolezza che il canto è un dono da offrire a tutti, una grazia che attraverso la bellezza può arrivare al cuore di ogni persona, facendo conoscere il canto liturgico orientale, nel servizio alla Liturgia Bizantino-slava.

Il tema ‘In Te si rallegra, o ricettacolo di Grazia, ogni creatura’ rappresenta un percorso spirituale che attraverso immagini e canti sviluppa le tappe principali della vita della Madre di Dio, in particolare nel rapporto particolare e profondo col figlio Gesù.

Il tema prende spunto da un inno il cui testo è stato composto da San Giovanni Damasceno (IV sec), un inno tratto dalla Divina Liturgia di San Basilio, che viene celebrata, in particolare, nelle domeniche di quaresima.