Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Festival della Tuscia: sei concerti nel viterbese dal 3 all'8 dicembre

Spettacolo
Font

VITERBO - L'Ansa ha annuciato il programma della nuova rassegna musicale che toccherà quattro Comuni viterbesi: proporrà protagonisti di spicco della scena italiana, da Beatrice Rana a Giuseppe Gibboni, Alessandro Carbonare, il Sestetto Stradivari, Andrea Obiso, Luigi Piovano, la prima edizione del Festival della Tuscia nato da un'idea del neo sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi e del pianista Massimo Spada che dal 3 all' 8 dicembre andrà in scena a Viterbo, Bassano Romano, Sutri - di cui Sgarbi è sindaco dal 2018 - e Bolsena.

Pin It

Sei i concerti a ingresso libero in cartellone con musiche che spazieranno dalla letteratura cameristica a repertori moderni fino al jazz.

Tra gli ospiti spicca la pianista Beatrice Rana, stella ormai acclamata tra gli artisti più influenti della sua generazione, e poi Giuseppe Gibboni, vincitore del prestigioso Premio Paganini nel 2021, il clarinettista Alessandro Carbonare, Andrea Obiso, primo violino dell'Orchestra di Santa Cecilia, il direttore e violoncellista Luigi Piovano e il Sestetto Stradivari.

"È un vero onore poter presentare questa nuova avventura nella Tuscia - ha detto Massimo Spada, Direttore Artistico - Con questa prima edizione il nostro desiderio è portare in questo splendido territorio la grande musica fatta da professionisti internazionali, con una percentuale eccezionale di giovani''.

L'inaugurazione è a Palazzo Giustiniani di Bassano Romano, il 3 dicembre alle 18,30, con Giovanni Andrea Zanon, Ettore Pagano e Massimo Spada in un concerto dedicato al trio con pianoforte e archi.

Beatrice Rana sarà la protagonista il 4 dicembre alle 20,30 a Viterbo nella Basilica di S. Maria della Quercia, con un ensemble composto da prime parti dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Andrea Obiso, David Romano, Raffaele Mallozzi e Luigi Piovano - in brani di Dvorak e Ravel.

Giuseppe Gibboni, violinista, medaglia d’oro al Concorso Paganini di Genova, si esibirà il 5 dicembre presso il Teatro San Leonardo a Viterbo con Carlotta Dalia, chitarrista classica di livello internazionale.

Giuseppe Muscogiuri, primo clarinetto della Fanfara della Polizia di Stato, perfeziona gli studi con Alessandro Carbonare col quale fonda l'Alessandro Carbonare Clarinet Trio, che si esibirà presso Palazzo Doebbing a Sutri il 6 dicembre.

Diego Romano, secondo violoncello con l'obbligo del primo dell'Orchestra Sinfonica dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, , si esibirà il 7 dicembre presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori, con Sestetto Stradivari.

La chiusura, l'8 dicembre alle 19 a Palazzo Cozza Caposavi di Bolsena, è affidata al violoncellista e compositore Alessio Pianelli.

Per info e prenotazioni è possibile contattare la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.