Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Blues & Swing nella notte di San Lorenzo targata Jazz up: applausi infiniti per i Four Seasons

Visto per voi
Font

VITERBO - Brio e atmosfere retrò in piazza San Lorenzo: peccato per l'emergenza, che costringe il pubblico a restare seduto, altrimenti ieri sera il cuore della città si sarebbe trasformato in una mega pista dove lasciarsi andare senza freni.

Pin It

Il merito è tutto del quintetto Four Seasons che ha riempito di blues e swing irresistibili la notte di San Lorenzo. E' stata la serata più movimentata del Jazzup Festival 2020, che continua a raccogliere applausi e approvazione.

Un gruppo coeso, che suona insieme da moltissimi anni e che dal 2015 si presenta nella formazione a quattro, estesa alla tromba negli ultimi due. Una complicità evidente tra i componenti, una simpatia che si nota anche dalla platea, segno di quel sano divertimento nel fare musica, e una bravura straordinaria in cui spicca la bellissima voce di Daniela, cuore di ogni brano, che viene adattato alle sonorità anni '30.

Un repertorio vastissimo, quello della band perugina, che va dai classici italiani come La Bambola di Patty Pravo a Conte, Via con me, da Le vie en Rose di Édith Piaf ad una straordinaria versione delle colonne sonore de La vita è bella di Piovani e di Reality da Il tempo delle mele. Un viaggio musicale che omaggia i successi italiani, si tuffa nel secolo scorso e vola verso il Messico e la Spagna. Non manca autoproduzione, con due singoli tratti dal loro primo lavoro, Parole su parole e Comme Neige, che convince il pubblico viterbese.

Viene chiesto e concesso un bis e si finisce tra gli applausi scroscianti, premio per due ore di musica davvero eccezionali.

Il quintetto Four Seasons è composto da Daniela Tenerini alla voce, Roberto Cesaretti al basso, David Versiglioni al piano, Silvano Pero alla batteria e dal M° Paolo Bartoni alla tromba.

Teresa Pierini