Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il Focarone di Sant'Antonio Abate scalda il cuore di Bagnaia

VITERBO - La bellezza del Focarone dura un intero anno di preparazione e una sola notte per scaldare il cuore. Quest'anno il successo ha toccato il culmine, non solo per la straordinaria catasta ma per l'infinità di persone che hanno raggiungo Bagnaia per ammirarlo.

Un successo per il comitato guidato da Elisa d'Ottavio, che puntualissimo ha acceso il focarone dopo la benedizione del vescovo Fumagalli e ha dato il via alla festa. Presenti il prefetto Bruno, il sindaco Arena, assessori e consiglieri.

Una festa di religione, tradizione e musica che è proseguita con la cena di piazza, con le immancabili salsicce e braciole alla brace, e poi con balli finio al mattino.

T. P.