Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Gli equipaggi della Mille miglia 2022 incantati dalla bellezza del lungolago di Marta

MARTA - Passaggio leggermente diverso, quest'anno, con l'eliminazione del percorso urbano del capoluogo e di Montefiascone, a vantaggio del lungolago di Marta. Ad aprire la carovana di auto d'epoca Rudi Zerbi, a bordo con l'auto numero 1000 (foto in alto e nella gallery).

Una bella promozione per la cittadina lacustre, con gli equipaggi incantanti ad ammirare il lungolago e il borgo dei pescatori. In tantissimi, al momento del timbro, chiedono come si chiami il lago, dopo averlo ripreso con tante dirette via social.

Ad aprire la carovana il simpatico Rudi Zerbi, che dopo aver salutato Ronciglione dedica un paio di passaggi a Marta, alla bellezza del verde che contorna la Cassia Nord e al momento della sosta/timbro, prima di correre verso piazza del Campo, Siena.

Nel gazebo, a salutare ed accogliere i piloti, anche il sindaco Maurizio Lacchini, mentre lungo il percorso tanti curiosi, armati di bandierine, cellulari e macchine fotografiche.

Sosta veloce anche per i team press bresciani, che accompagnano la classica di casa. Uno sguardo al lago, che hanno trovato bellissimo e poi di nuovo in macchina, ad affrontare questa edizione tornata alla quasi normalità, purtroppo traffico compreso.

La Mille miglia saluta e torna verso casa, aspettando il 2023 quando le mura di Viterbo dovranno tornare protagoniste del percorso.

Teresa Pierini