Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Addio Patrizia Coppa, una collega che ha lottato contro malattia e ingiustizie

Viterbo
Font

VITERBO - Ci ha lasciato la collega e amica Patrizia Coppa, che conclude il suo percorso di vita di soli 56 anni, gli ultimi dei quali passati nell'inferno della malattia e della battaglie legali.

Pin It

Colpita da un tumore che si è ripresentato più volte, ha lottato con il coraggio che da sempre l'aveva contraddistinta, fino alla resa di ieri. Il dolore più grande però, nella vita di Patrizia, non è stato dato dalla malattia ma dall'accanimento giudiziario a cui è stata sottoposta. Non era facile credere alle infinite ingiustizie a cui è stata sottoposta, specie da quando ha iniziato una battaglia legale contro chi, sosteneva, non l'ha difesa come avrebbe dovuto e che si è poi trasformata in un vero incubo.

Vivere lottando con i tribunali non è facile per nessuno, Patrizia poi aveva un modo di fare diretto, quasi sfacciato, e questo non le è stato mai perdonato. Ha spesso chiesto aiuto, fatto appelli, era davvero diventato difficile anche solo comprendere questa lotta violenta in cui alla fine, purtroppo, ha perso solo lei.

Dispiace tantissimo sapere che ora sia tutto finito, forse ora Patrizia troverà la pace e il sorriso che la caratterizzava. Vogliamo immaginarla come sempre in passato, con la sua telecamera in spalla e il passo di corsa per essere in prima fila.

i funerali saranno celebrati domani, 13 marzo, alle 11 nella chiesa dei Santi Ilario e Valentino a Villanova.

Per lei anche il cordoglio del sindaco Arena: "Con grande dispiacere ho appreso della scomparsa della giornalista Patrizia Coppa. Una grande forza quella che ha mostrato in questi ultimi anni e con la quale ha lottato fino all'ultimo giorno. Una persona educata, con una grande passione per il lavoro che da tanto tempo svolgeva. Nonostante la sua malattia, non ha mai rinunciato a seguire il Trasporto della Macchina di Santa Rosa. Ogni 3 settembre era pronta per poterlo documentare e raccontare. Alla famiglia Coppa le mie più sentite condoglianze".

Ciao Patrizia, riposa in pace e un abbraccio alla mamma, che sta vivendo l'epilogo di un dolore immenso, per cui non esistono parole che possano consolarla.

T. P.