Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Luciano Proietti cala il tris: riconfermato presidente di Archetuscia

Viterbo
Font

VITERBO -  L'ingegnere Luciano Proietti è stato riconfermato presidente, per la terza volta, dell'associazione Archeotuscia di Viterbo, resterà in carica fino a tutto il 2024.

Pin It

La nomina è avvenuta ad unanimità nel corso della prima riunione del nuovo direttivo dell'associazione eletto dall'assemblea convocata nei giorni scorsi. Componenti del nuovo direttivo, oltre a Proietti, sono: Raffeale Donno (vice presidente), Valerio Oliva (segretario), Simonetta Pacini (tesoriere), Francesca Ceci, Enzo Trifolelli, Giuseppe Rescifina, Elisabeth Avanzato, Giovanna Ottavianelli, Eugenio Mandolillo e Agnese Ferruzzi.

L'associazione Archeotuscia, costituita nel 2005, ha come scopo principale proteggere e conservare quelle aree e quei siti di interesse patrimoniale unico, portando a conoscenza dei relativi enti tutte quelle problematiche che caratterizzano il patrimonio della Tuscia, in maniera tale da sensibilizzare l’opinione pubblica e le relative istituzioni.

Organizza  escursioni per far conoscere le “ricchezze culturali” di cui è dotato il territorio della Tuscia (siti archeologici, castelli, antichi palazzi, chiese, antiche vie di comunicazione (sia etrusche che romane), luoghi con habitat idrogeologici incontaminati, con flora, fauna ancora esistente; gite culturali; conferenze, incontri e dibattiti su qualsiasi argomento di carattere culturale, finalizzato a far conoscere  la storia del territorio.

Pubblica la rivista “Archeotuscia news” con articoli e approfondimenti scientifici sui siti e sulle bellezze artistiche e culturali della Tuscia.

Da quasi  sette anni i volontari di Archeotuscia si occupano dell'accoglienza e della cura dell'area archeologica dell'antica citta di Ferento; da molto tempo anche della custodia e della cura della necropoli di Castel d'Asso e, in collaborazione con l'organizzazione della stagione estiva di Ferento, propongono, prima di alcuni spettacoli di un particolare programma “Tramonti a Ferento, visite all'area archeologica.