Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Inaugurato il Giardino di primavera dei diritti naturali delle bambine e dei bambini

Viterbo
Font

VITERBO - Folta partecipazione presso La Fattoria di Alice, in strada Tuscanese, all'inaugurazione del Giardino Primavera dei diritti naturali delle bambine e dei bambini.

Pin It

Il progetto è promosso dall'associazione Afesopsit e dalle cooperative sociali Alicenova e Fattorie Solidali, con il sostegno della Regione Lazio. L'incontro si è svolto alla presenza dell'assessore regionale alle politiche sociali e welfare Alessandra Troncarelli, del consigliere regionale Enrico Panunzi, del dottor Marco Marcelli (direttore TSMREE - Tutela salute mentale riabilitazione età evolutiva della ASL Viterbo) e di numerosi rappresentanti del mondo del volontariato.

A loro e ai visitatori, i responsabili delle realtà coinvolte hanno illustrato l'iniziativa, insieme alle ragazze e i ragazzi di Afesopsit (Associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici della Tuscia) che hanno fatto da guida al giardino, composto da varie esperienze-installazioni a carattere pedagogico. In collaborazione con Erinna, è stata inoltre inaugurata la panchina rossa, simbolo dell'impegno della comunità contro la violenza sulle donne.

"Ringrazio tutti i presenti e in particolare le istituzioni per la vicinanza e il sostegno a un progetto a cui crediamo molto - ha detto il presidente di Alicenova, Andrea Spigoni - Da oggi possiamo contare un'area di apprendimento emozionale e cooperazione ludica destinata ai minori nel momento dello sviluppo della prima autonomia, l'età in cui si formano gli ideali e quell'insieme di valori che orientano scelte e comportamenti. Uno spazio pensato per sperimentare e consolidare le competenze non cognitive dei piccoli".

I laboratori e nel complesso lo spazio della Fattoria di Alice sono proposti alle scuole del territorio e ai gruppi per progettare momenti di apprendimento emozionale, concorrere al pieno e sano sviluppo della personalità di bambine e bambini e alla costruzione di una comunità solidale, anche e soprattutto per gli utenti con abilità diverse.

I proventi e le offerte derivanti dalle attività del Giardino sono destinati alla gestione dello spazio, alla promozione del progetto educativo e al sostegno delle attività dell’associazione Afesopsit e delle persone con disagio psichico e dei loro familiari.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti contatti: responsabile scientifico Giardino Primavera: Umberto Cinalli, 338.4356568; referente Afesopsit: Vito Ferrante, 328.5799362 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Fattoria di Alice: 0761.398082 – 388.7572457 (Luciana Ricci).