Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Torna "Essere al Bivio": rassegna di musica, teatro e danza nel centro storico di Viterbo

Viterbo
Font

VITERBO - Dopo il grande avvio con gli eventi natalizi al Centro Ex Eca nel 2021, "Essere al Bivio" prosegue il prossimo fine settimana con due eventi unici: il concerto del grande artista partenopeo Daniele Sepe con Andrea Tartaglia e Marcello Squillante, sabato 23 dalle ore 19 e l'apertura del GiardinoGrasso, creato dai laboratori di cartapesta e falegnameria, domenica 24 aprile con artisti di strada e animazione per i più piccoli.

Pin It

Gli eventi si terranno presso il Centro Eta Beta e il Papavero, nato nel 2020 in risposta ai bisogni dei ragazzi con disabilità, in via san Pellegrino n. 49. La rassegna artistica rientra nel più ampio progetto della "Cultura al Centro" curata dal Tetraedro A.P.S. e proseguirà fino al mese di ottobre 2022 contaminando diverse location del centro storico.

"Comunità Solidali" è un avviso pubblico promosso dalla Regione Lazio e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali che prevede una serie di azioni mirate da parte di enti del Terzo Settore volte all'inclusione sociale.

L'Associazione Eta Beta di Viterbo ODV è stata aggiudicataria del Bando Comunità Solidali 2020 con l'iniziativa denominata "Essere al Bivio" in partenariato con l'ASD Sorrisi che nuotano Eta Beta, in collaborazione con CAI sez. di Viterbo e Associazione "Amici della via Francigena" e con il patrocinio di ASL, Comune e Provincia di Viterbo.

L'aspetto inclusivo-sociale e partecipativo è curato dalla Cooperativa Gli Anni in Tasca che da anni gestisce i servizi socio-sanitari della Asl di Viterbo e collabora da sempre a fianco dell'Associazione Eta Beta di Viterbo ODV.

L'aspetto sportivo del progetto volto alla conoscenza e scoperta del territorio in generale e della Via Francigena in particolare è curato dall'ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta.

"Il progetto vuole creare una rete tra ambito riabilitativo-sanitario e ambito inclusivo-sociale e partecipativo - spiegano gli organizzatori -: creare avviamento al lavoro e includere nuovi settori di intervento: artigianato, cultura, turismo e sport, formare e orientare i ragazzi e le loro famiglie attraverso un percorso guidato da psicologi ed educatori.

Per la buona riuscita del progetto non dimentichiamo il ruolo del volontariato, anima del Terzo Settore".