Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Confartigianato al fianco di Coldiretti: “Aderiamo alla raccolta firme contro i cibi sintetici”

Viterbo
Font

VITERBO - “Siamo con Coldiretti nella battaglia contro il cibo sintetico, perché le produzioni artigianali di qualità del settore Alimentazione, che trasformano le materie prime d’eccellenza dei territori, sono fortemente danneggiate nel mercato da chi invece si serve di alimenti creati in laboratorio”.

Pin It

Lo afferma Andrea De Simone, segretario provinciale di Confartigianato Imprese di Viterbo, in prima linea al fianco degli amici di Coldiretti per evitare che sulle nostre tavole finiscano pietanze sintetiche.

“Invitiamo i nostri artigiani, veri e propri maestri della trasformazione dei prodotti di qualità degli agricoltori e degli allevatori italiani, ad aderire alla raccolta firme avviata da Coldiretti – aggiunge -. Sarà, infatti, possibile firmare contro il cibo sintetico anche stamani presso il mercato di Campagna Amica in via Francesco Baracca, aperto dalle 8 alle 13”.

“Si tratta di una battaglia sacrosanta per la reale affermazione della sovranità alimentare del made in Italy di qualità – conclude De Simone -, ma anche e soprattutto per la tutela della salute delle nostre imprese e delle nostre famiglie, perché non possiamo e non vogliamo che sulle nostre tavole finiscano carni e salumi creati in bioreattore o latte e formaggi che non provengono da mucche o pecore”.