Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

La bontà sotto l'albero: tutti esauriti i cesti gastronomici di Coccia ed ora si accendono i forni

Viterbo
Font

VITERBO - Bontà ed eccellenze gastronomiche sono state le protagoniste assolute di questo Natale, a confermarlo anche il Salumificio Coccia Sesto.

Pin It

Come ogni anno la proposta di cesti conquista il banco e la risposta dei clienti è sempre incredibile, in linea con il trend nazionale che mette la gastronomia in cima alle proprie preferenze con il 72,7% di gradimento.

Unendo i prodotti del prosciuttificio, dai tradizionali alla condotta Slow food della susianella, ai migliori dolci artigianali del territorio, alla frutta secca, ai legumi o al vino, le richieste hanno praticamente mandato esaurito ogni tipo di cesto, per la gioia di chi li riceverà.

Ora è il momento della festa, che molti organizzano in casa, con la propria famiglia.

Anche in questo caso il Salumificio Coccia è in grado di rendere speciale la giornata, alleggerendo lo sforzo e l'impegno in cucina e permettendo a tutti di fare festa, recandosi semplicemente nel punto vendita per ritirare pranzo o cena, squisitamente cucinati dagli chef.

Due le possibilità, entrambe attinte dalla tradizione locale: "Natale con noi" e il "Cenone di Capodanno".

Per il 24 e 25 dicembre viene proposto Gran vassoio imperiale di salumi (prosciutto taglio Coccia, salame viterbese a grana fina, salame casareccio a grana grande, capocollo nonno Nazzareno, olive rustiche); lasagna generosa gran ragù di scottona oppure cannelloni tradizionali della nonna; stinco d'oro arrosto, con verdure gratinate al forno oppure arrosto supremo con funghi porcini.

Per il cenone del 31 dicembre torna il gran vassoio imperiale di salumi, must della ditta, seguito da una serie di menù a scelta che vanno dalle lasagne della Bella Galiana con zucca, pancetta e scamorza, o al ragù, oppure cannelloni viterbesi: secondi ancora una volta tradizionali con la pancettina arrosto Delizia croccante della Regina o arrosto reale ripieno di prosciutto cotto oppure filetto sinfonia di funghi, per contorno fagiolini, spinaci o piselli a scelta. Per la festa di mezzanotte compreso nel prezzo anche lenticchie e cotechino.

Che sia Natale o Capodanno, entrambi i menù sono offerti a 30 euro (per informazioni Coccia Sesto, via Lega dei XII Popoli 7/d, Viterbo, Tel 0761 250879).

Una scelta per ogni gusto, per chi apprezza la cucina viterbese e per le giornate di festa vuole riporre grembiule, presine e guanti da forno, dedicandosi esclusivamente a portare a tavola e brindare con la famiglia.

Comunicazione promozionale a cura del cliente