Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Laura Allegrini risponde all'Assessore Antoniozzi: "La lettera delle risultanze è arrivata ben dopo la caduta dell'amministrazione"

Viterbo
Font

VITERBO - La scosa settimana alcuni genitori si lamentarono del clamoroso ritardo relativo all'apertura della Scuola musicale comunale, restata senza sede e senza lezioni (Scuola musicale comunale ancora chiusa: l'appello dei genitori "Fino ad oggi il Comune non ha dato assicurazioni di alcun tipo").

Pin It

A stretto giro di posta giunse la replica dell'assessore Antoniozzi, che presentava alcune spiegazioni e, nella frase finale, il dito puntato sull'amministrazione Arena, accusata di aver avuto scarsa attenzione su un locale pericolante per gli studenti (Scuola Musicale comunale: Antoniozzi promette l'apertura a fine mese all'Unione e chiede scusa a genitori e docenti).

Puntale arriva l'ulteriore replica di Laura Allegrini, ex assessore e vicensindaco ed oggi consigliere comunale d'opposizione, che traccia l'intero iter della vicenda.

"Per il ritardo nell’ avvio Annuale dei Corsi della Scuola  Musicale Comunale, l’ Assessore  Antoniozzi cerca di scaricare responsabilità sulla vecchia amministrazione quando invece è evidente che il ritardo è legato alla incapacità dell’attuale amministrazione  di trasferire la Scuola nei nuovi locali.

Sono rimasta molto meravigliata di quanto dichiarato nei giorni scorsi dall’ Assessore Antoniozzi - precisa Laura Allegrini - che sa bene che il restauro  dei locali retrostanti  al Teatro Unione è stata una precisa volontà dell’amministrazione Arena e mia in particolare. Questi locali possono ovviare anche temporaneamente alla chiusura della sede della Scuola Musicale sopra il ridotto del Teatro  Unione il cui restauro è molto  più oneroso, lungo e complesso.

Mi meraviglia quindi che, invece di apprezzare la nuova strada che si è aperta per la Scuola musicale oltre alla consueta permanenze nella scuola del Carmine, l’assessore  critichi, anche in maniera scomposta (devo dire garbata come suo solito) ma gravemente scomposta e pericolosamente falsa i fatti che riguardano le verifiche e il restauro della Scuola del Carmine.

L’assessore  fa riferimento ad una relazione che fa seguito ad una indagine commissionata dalla vecchia amministrazione - prosegue approfondendo - grazie ad un finanziamento Ministeriale i cui risultati non sono mai stati letti nè da me, nè da Arena, nè da Micci perché la lettera di comunicazione delle risultanze è arrivata ben dopo la caduta dell'amministrazione .
Prima di addossare colpe e responsabilità sarebbe stato quindi opportuno che l’assessore Antoniozzi  si  fosse procurato copia della lettera di trasmissione degli atti o avesse verificato bene quanto magari a lui comunicato o trascritto da persone di sua fiducia magari all’oscuro della realtà.

Oppure non comprendo se volesse chiamare in causa il Commissario o mettere in discussione il lavoro degli Uffici. E comunque se come mi sembra il settore Lavori pubblici è stato smembrato in tre parti - conclude - penso che dovreste riuscire a far dialogare i tre dirigenti, altrimenti la mano destra non sa cosa fa la mano sinistra. Mi auguro comunque che i corsi aprano al più presto per il bene dei ragazzi e la tranquillità delle famiglie e, aggiungo, per il prestigio che da sempre ha caratterizzato la Scuola Musicale del Comune".