Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Vigili del fuoco di Viterbo al lavoro per esercitarsi sull'autopompaserbatoio bimodale

Viterbo
Font

VITERBO - Il 2024 è iniziato con una importante novità per i vigili del fuoco di Viterbo. Nell’ambito di un accordo volto a consentire alle squadre di soccorso di intervenire su scenari emergenziali all’interno di gallerie ferroviarie di particolare lunghezza, all'inizio del mese di gennaio è stato infatti installato nell’area di pertinenza della nuova sede centrale di via Cassia Nord un binario ferroviario della lunghezza di circa sessanta metri.

Pin It

L’installazione del binario, primo sull’intero territorio nazionale, è avvenuta a cura di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale.

Il binario consentirà al personale VF di esercitarsi nelle manovre con l’autopompaserbatoio bimodale (APS MOB) in dotazione, un particolare automezzo che, grazie al doppio sistema di locomozione di cui è dotato, è idoneo ad essere immesso sulla rete ferroviaria tramite apposite intersezioni a raso.

L’APS MOB è stata fornita da RFI S.p.A. a ventinove Comandi VF nei cui ambiti territoriali sono presenti gallerie ferroviarie di lunghezza superiore a cinque chilometri.

Il Comando di Viterbo è risultato assegnatario dell’automezzo data la presenza sul territorio provinciale delle gallerie ferroviarie di Orte e di Castiglione in Teverina, lunghe rispettivamente nove e sette chilometri circa. Il Comando potrà inoltre essere chiamato ad intervenire anche nella galleria di Sant’Oreste, ubicata in prossimità del confine con la città metropolitana di Roma.

Il mezzo speciale, attrezzato con telecamera, termocamere per visione in ambienti non illuminati e un rilevatore di ossigeno per consentire ai soccorritori di operare in piena sicurezza, permette alle squadre di soccorso di accedere all’interno di gallerie ferroviarie altrimenti inaccessibili con i normali automezzi in dotazione al Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Nel mese di febbraio prenderà avvio, in collaborazione con RFI S.p.A., la seconda edizione dello specifico corso di formazione dedicato al personale autista in servizio presso il Comando. Potrà così essere garantita la quotidiana operatività di questo fondamentale presidio di soccorso.