Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"La zia Anto ci sarà sempre": il pensiero dolce per la piccola Ludovica

Provincia
Font

BOLSENA - Riceviamo e pubblichiamo il pensiero che la collega Antonella Oliva dedica alla meravigliosa nipote Ludovica, nel giorno del suo Battesimo.

Pin It

"Ti guardo e penso, tra me e me: 'Se un giorno il Signore mi facesse il dono prezioso di diventare madre, vorrei una bimba con il tuo viso'.
Che occhi che hai Ludovica; sono talmente espressivi che commuovono. Tu guardi e, con quella luce che trasmetti, comunichi senza saper ancora parlare. È un omaggio di Dio e te ne renderai conto con il tempo.

E quella bocca, a forma di cuore, così piccola da incorniciare un visetto perfetto, da bambolina. Tu sei la gioia di tutti noi. Che onore diventare zia. Tua zia. Mai potevo immaginare che si potesse provare così tanto amore e senso di responsabilità.
Sei perfetta. Non so ancora che carattere avrai, quali saranno le tue passioni, chi o cosa ti farà battere il cuore o chi deciderai di essere da grande.
È troppo presto, non si può prevedere… ma sarai sicuramente una donna perbene, onesta, leale. Sei figlia di due famiglie straordinarie, non potresti crescere diversamente.

Tutti questi pensieri, oggi, mi frullano nella mente e mi fanno pensare a te. Ieri il distacco è stato doloroso e ti chiedo scusa se non posso esserti accanto fisicamente ma, credimi, con il cuore e il pensiero ti sono sempre vicina. Ogni volta che potrò, correrò da te. Ora e in futuro.
Quando avrai un anno e quando ne compirai 18.
La zia Anto ci sarà sempre.

Sorrido immaginandoti addormentata tra le braccia della mamma, oppure mentre si riempiono gli occhioni di lacrime perché vuoi essere presa in braccio.
Un giorno, magari, rileggendo queste poche righe capirai che per noi c'eri ancora prima di nascere: nelle menti, nei cuori, nei nostri desideri più profondi.
Per noi ci sei sempre stata".