Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Nuovo appuntamento con l'Open day alla catacomba di Sant'Eutizio

Provincia
Font

SORIANO NEL CIMINO - Un viaggio indietro nel tempo per scoprire la storia più remota di luoghi ricchi di fascino come la catacomba di Sant'Eutizio, nella frazione sorianese di Sant'Eutizio. È quello proposto per domenica 6 settembre, alle 16, dal primo Open Day successivo al periodo di forzata chiusura, della durata di circa un'ora, nato dalla sinergia fra l'amministrazione comunale, il Museo civico archeologico dell’Agro Cimino e la Pontificia commissione di archeologia sacra.

Pin It

Le visite saranno accompagnate da Giancarlo Pastura, direttore della catacomba e del Museo Civico Archeologico, nonché ricercatore in Archeologia Cristiana e Medievale presso l’Università degli Studi della Tuscia. Proprio l’Ateneo viterbese, grazie ad un accordo stipulato con l’amministrazione comunale di Soriano nel Cimino, sta intensificando le ricerche nel territorio limitrofo la catacomba, con l’obiettivo principale di ricostruire queste fasi, in gran parte sconosciute, di prima cristianizzazione del territorio.

Dopo un periodo caratterizzato da chiusure obbligate, il sindaco Menicacci e l’assessore alla cultura Rachele Chiani, informano che si può tornare a far visitare le catacombe dedicate al martire Eutizio, una straordinaria testimonianza di archeologia paleocristiana presente nel nostro territorio. Logicamente, come previsto dalle normative vigenti, saranno applicati tutti gli accorgimenti necessari.

Infatti, per partecipare all’ Open Day è obbligatorio prenotarsi all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e gli accessi al monumento saranno contingentati e consentiti esclusivamente indossando la mascherina.