Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Associazione Rievocazioni Storiche del Lazio: riunione con le realtà viterbesi

Provincia
Font

CIVITA CASTELLANA - Sabato scorso, presso la sala consiliare del Comune di Civita Castellana, si è tenuto l'incontro  dell'Associazione Rievocazioni Storiche del Lazio, riguardante principalmente gli enti e le realtà operanti nel territorio viterbese, ma non solo.

Pin It

Un appuntamento che, dopo due anni, è tornato a svolgersi in presenza. Dopo i saluti dell'assessore Simonetta Coletta e del consigliere Marco Rossi, che hanno ringraziato l'associazione per aver scelto Civita Castellana come sede della riunione, si è passati alla discussione dei punti all'ordine del giorno.

In primis il presidente Antonio Tempesta ha voluto ricordare la figura di Piero Brunetti, priore della città di Nepi, venuto a mancare meno di un anno fa. Quindi ha introdotto i presenti sindaci, assessori e rappresentanti di eventi storico-rievocativi in procinto di entrare nell'associazione, sia della Tuscia che provenienti da altre province del Lazio. Nel corso dell'incontro, i partecipanti si sono confrontati su questioni e problematiche relativi all'organizzazione di manifestazioni pubbliche, soprattutto in una fase come questa in cui non si è ancora usciti dalla pandemia, come ad esempio i piani di sicurezza, i permessi, l'ordinanza Martini.

Si è parlato inoltre di stabilire una più stretta collaborazione tra i vari comuni per scambi culturali e della possibilità di essere coinvolti nella proposta di patrimonio culturale immateriale Unesco a cui sta lavorando la Regione Toscana. Il professor Tadeusz Lewicki ha infine tenuto un breve intervento sul teatro medioevale e rinascimentale.

"Le manifestazioni storico-rievocative - ha detto Tempesta - sono assolutamente importanti per i nostri territori per la valorizzazione e per il rilancio turistico, economico e sociale di tutta la regione. Questo incontro che abbiamo svolto al Comune di Civita Castellana, che ringraziamo per la disponibilità, è stata un'occasione interessante e proficua in cui si sono affrontati vari argomenti fondamentali per le nostre attività. Sono questi i momenti importanti per confrontarsi e crescere, stabilendo un rapporto più stretto con le istituzioni, al pari di quanto avviene nelle altre regioni. Ci saranno altre riunioni come questa e la prossima si terrà a Rieti".