Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Comunità solidali: protagonisti in Sala Regia per la presentazione dei progetti

In Citta'
Font

VITERBO - Presentati a Palazzo dei Priori alcuni dei progetti finanziati dalla Regione Lazio con l’avviso pubblico “Comunità Solidali per il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale”.

Pin It

La presentazione è avvenuta nella mattinata di ieri, nella sala Regia del palazzo comunale. L’avviso prevedeva la possibilità di presentare progetti su molteplici aspetti sociali, e metteva a disposizione circa 2 milioni di euro per l’intero territorio regionale.

A fronte 155 progetti presentati in ambito regionale, 52 sono stati finanziati. Di questi, otto sono relativi alla provincia di Viterbo, per un importo complessivo di circa 266.000,00 euro.

Degli otto progetti finanziati, tre hanno riguardato associazioni della provincia (Associazione Orchidea ONLUS di Acquapendente, Associazione Umanitaria Semi di Pace di Tarquinia, AVAD il Buon Samaritano di Tarquinia), e cinque progetti si riferiscono ad associazioni operanti sul capoluogo. Di questi, uno è stato promosso dal CEIS San Crispino di Viterbo, mentre gli altri quattro, che direttamente o indirettamente fanno riferimento alla Fondazione Oltre Noi ONLUS, sono stati presentati alle istituzioni.

Il presidente della Associazione Campo delle Rose ONLUS, Graziella IACOPONI, ha presentato il progetto “I Tesori dell’Arcobaleno”. Promosso in partenariato con l’ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta di Viterbo ONLUS, e in collaborazione con la ASL di Viterbo, l’Associazione Italiana Persone Down Sezione di Viterbo, la Fondazione Oltre Noi ONLUS, la comunità alloggio per anziani “Villa Marina” e la “Italformaggi srl”, il progetto è rivolto a ragazzi con disabilità mentale o pluridisabilità, ed è finalizzato alla realizzazione di un percorso sensoriale all’interno del nascente “Giardino delle rose” e ad una attività di inclusione tra i ragazzi e gli ospiti di una casa di riposo delle vicinanze attraverso attività di formazione nel settore del giardinaggio, fotografiche e sportive;

Il gruppo Eta Beta - Sorrisi che nuotano
Il gruppo Eta Beta - Sorrisi che nuotano

Il presidente della Associazione Sportiva Dilettantistica Sorrisi che Nuotano Eta Beta di Viterbo ONLUS, Maurizio CASCIANI, ha presentato il progetto “Dal Cucuzzolo della Montagna”. Promosso in partenariato con l’Associazione Eta Beta di Viterbo ONLUS e con l’Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi ONLUS– Sezione di Viterbo, ed in collaborazione con la ASL di Viterbo, il Team Lazio dello Special Olympics Italia, e la Scuola Italiana Sci “Tre Nevi”, il progetto è rivolto a ragazzi con disabilità mentale e sensoriale, ed è finalizzato alla realizzazione di un percorso di inclusione sociale attraverso la pratica dello Sci alpino;

Il presidente della ASD di Volontariato Vitersport, Paola GRISPIGNI, ha presentato il progetto “Sport Estremi: l’Hockey in carrozzina elettrica”. Promosso in collaborazione con la Federazione Italiana Whellchair Hockey, l’Associazione Italiana Persone Down Sezione di Viterbo è la Fondazione Oltre Noi ONLUS, il progetto è rivolto a persone con disabilità fisica o pluridisabilità, e finalizzato allo sviluppo della disciplina dell’Hockey in carrozzina sul territorio;

Il presidente della Associazione Viterbo con Amore ONLUS, Domenico ARRUZZOLO, ha presentato il progetto “Emporio Solidale. Un punto di comunità”. Promosso in partenariato con l’Associazione Adulti e Bambini con Cardiopatie, ed in collaborazione con il Comune di Viterbo e di Canepina, la Camera di Commercio della Provincia di Viterbo, l’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Viterbo, l’Istituto Tecnico Economico “Paolo Savi” di Viterbo, la Croce Rossa Italiana Comitato di Viterbo, le ACLI di Viterbo, l’Associazione In-Pari-Amo di Ronciglione (VT), la CONAD di Via Grabini, la Cooperativa Sociale “I Semi” di Vetralla (VT), la Cooperativa Sociale “AliceNova” di Tarquinia (VT) ed undici Associazioni Sportive Dilettantistiche, ed è finalizzato alla realizzazione, presso l’Emporio Solidale “I care” di Santa Barbara di un punto di comunità per una presa in carico delle persone con disagio sociale a 360 gradi (non solo supporto alimentare, ma assistenza medica, sociale, culturale e psicologica).

I quattro progetti raggiungeranno un bacino di utenza di oltre 150 persone con disabilità o con disagio sociale, contribuendo a circoscrivere le difficoltà dei destinatari e delle famiglie di origine.  

I responsabili degli organismi capofila hanno voluto sottolineare come il numero elevato di progetti finanziati abbia confermato la grande capacità progettuale delle OdV del territorio, grazie anche all’importante azione di formazione e coordinamento svolta dal Centro di Servizio per il Volontariato di Viterbo, e come il risultato conseguito sia particolarmente significativo in termini di concreti interventi a sostegno delle più diverse situazioni di fragilità sociale.

Negli interventi conclusivi, l’assessore ai Servizi Sociali Antonella Sberna ha sottolineato la profonda sintonia tra l’amministrazione comunale e le associazioni che operano sul territorio e l’importanza del lavoro svolto da tali organismi, che spesso arriva dove le istituzioni faticano ad arrivare.

L’assessore regionale alle Politiche Sociali Alessandra Troncarelli ha espresso grande soddisfazione per l’esito del bando, che ha visto oltre 150 progetti presentati, e che ha stimolato la formazione di reti e sistemi di reti, essenziali per dare risposte efficaci e concrete nel settore delle politiche sociali. Ha inoltre evidenziato l’impegno della Regione in un settore così delicato, concretizzatosi con l’incremento delle risorse messe a disposizione, e ha confermato la riproposizione dell’avviso “Comunità Solidali” anche per il 2019.

Il sindaco Giovanni Arena si è complimentato con i responsabili delle associazioni capofila per l’impegno profuso nell'elaborazione e realizzazione dei progetti a sostegno di ogni tipo di fragilità sociale, ed ha inoltre sottolineato il prezioso lavoro svolto, che va spesso ad integrare e completare l’azione delle istituzioni, in un settore, quello delle politiche sociali, dove le risorse non sono mai abbastanza.

Alla conferenza erano presenti anche il presidente della consulta comunale del volontariato Sergio Insogna e il consigliere comunale Matteo Achilli.