Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il segreto del successo di Agriland: natura, bellezza e tanta voglia di fare, ad un passo dalla città

In Citta'
Font

VITERBO -  Un solo anno di attività e un primo grande risultato: Agriland ha appena conquistato l'Oscar Green Coldiretti, dedicato alle giovani imprese in grado di offrire i progetti più innovativi nell’ambito di un’agricoltura sana, moderna e sostenibile, nella categoria "Noi per il sociale".

Pin It

Un risultato possibe grazie all'enorme know-how de Il Giardino di Filippo, che Chiara De Santis ha portato in dote nella nuova e incantevole struttura alle porte di Viterbo, ad un passo dal centro, accolta con entusiasmo dagli imprenditori che hanno sposato il progetto, con ottime previsioni di crescita futura, un connubio che ha permesso la vera condivisione di vedute.

Esperienza importante, che ha trovato terreno fertile in un luogo incantato, appena dopo il quartiere del Carmine, dove è possibile immergersi in un paradiso verde, fatto di natura, boschi, orti, animali e una bellezza davvero incontaminata.

Nel giro di un anno la realtà ha dimostrato di essere davvero un moltiplicatore positivo, in grado di andare oltre ai bandi che finanziano i progetti, troppo spesso indirizzati verso una conclusione: "Serve gente che crede in un sogno, ma servono anche investimenti concreti, altrimenti non si può fare nulla - spiegano all'unisono i soci -, imprendotoria positiva che sia in grado di vedere gli utenti come fruitori, soggetti attivi che vivono l'azienda agricola in modo multifunzionale, ottenendo una grande ricaduta sul sociale, pur mantenendo l'impresa nella sua natura inziale, quella agricola".

Il risultato positivo ottenuto nel giro di pochissimo tempo dimostra che ha davvero funzionato. Tanti i segreti svelati in questa occasione: la risposta data alle diverse individualità, la rete di relazioni con il territorio, la grande vicinanza al centro che permette ottime relazioni con la città, al suo cuore, offrendosi come parco libero alle famiglie.

Agriland si trova in strada Ponte Sodo e, oltre alle attività normalmente realizzate, si offre gratuitamente come parco per trascorrere una giornata nel verde, a disposizione di famiglie, e soprattutto bambini, che possono vivere il contatto diretto con la natura, gli animali domestici e i cavalli, entrando in un circolo virtuoso che parte dalla terra e arriva fino a casa. Questo può avvenire con "l'orto salotto", partendo dalla terra dove i più piccoli possono ammirare, e talvolta conoscere se non ne hanno mai auvto occasione prima, come nasce un ortaggio o dove cresce la frutta, acquistando i prodotti della terra, quali ortaggi, uova appena deposte, olio, e nel prossimo futuro anche aggiungendo le degustazioni dirette in loco.

E' un luogo da vivere, che riporta alla tradizione contadina, di familiarità e benessere e che parallelamente è in grado di offrire un centro estivo e luogo educativo dai 3 anni in poi, un centro cinofilo e una scuola equitazione Fise per la pratica degli sport in natura con gli animali, oltre al cuore aziendale che ha portato al premio Oscar Green, grazie alle attività svolte insieme a persone con problematiche, magistralmente seguite da specialisti del settore, e terapia assistita con gli animali dell'aia. Un luogo veramente inclusivo dove ognuno può svolgere il proprio percorso riabilitativo.

Il consiglio è passare del tempo ad Agriland, per capire la bellezza di questo luogo, di questo spazio fisico, mentale ed emotivo.

Teresa Pierini