Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Lazio Active: la guida agli sport nella natura di Unioncamere Lazio e Touring club

In Citta'
Font

VITERBO - Unioncamere Lazio e Touring club insieme per un nuovo progetto editoriale che, appena nato, vanta già delle emulazioni. Si tratta di Lazio Active, guida agli sport nella natura, di Stefano Ardito e Natalino Russo, edito in doppia lingua italiano e inglese, presentato questa mattina in Camera di Commercio insieme al portale Tuscia sport & Leisure, in fase di completamento.

Pin It

L'accoglienza con le parole del presidente Merlani, che ha ricordato l'importanza turistica degli sport nella natura, argomento molto sentito dalla struttura viterbese, oggi in corsa per recuperare i ritardi passati.

Un lavoro voluto da Unioncamere Lazio, rappresentata dal presidente Lorenzo Tagliavanti, che ha ricordato l'importanza del binomio sport e turismo: "E' necessario offrire un turismo che porti in luoghi nuovi, fuori dalle solite città, lavorando sulla domanda ed essendo pronti all'offerta, senza attendere l'arrivo del turista, che invece va ricercato. Oggi il turismo sportivo porta le persone a sostare per più giorni e magari fa arrivare famiglie intere, insieme per seguire una passione. Da qui nasce la guida che offre una nuova occasione a questo turismo, guida che presenteremo al Bit di Milano. Importante anche il portale che si sviluppa sulla Tuscia, il primo del genere in regione, un vero progetto pilota".

La guida raccoglie circa trenta discipline sportive, divise in indice e tematicamente tra quelle da fare a piedi, in bici, a cavallo, ma anche golf e tiro con l'arco, canoa e ovviamente tutte quelle di montagna, fino al volo e agli sport d'acqua. Per ciascuna macro area sono previste le varie possibilità, dall'amatoriale all'agonistica, mentre una cartina della regione indica esattamente i luoghi dove praticarli, con gil eventi principali.

Un lavoro impegnativo, descritto da Natalino Russo, che ha parlato anche per il collega Stefano: "E' stato difficile mettere insieme tutte le attività sportive che si possono fare nella regione, ma siamo estremamente soddisfatti della guida Touring, che nasce in una sorta di collana tutta nuova, bilingue, che sta già interessando tante altre regioni. Per alcune attività ci sono veri itinerari, specie nel trekking, per altre come sull'acqua abbiamo indicato anche date di gare ed eventi nazionali. Idea è far scoprire luoghi che magari non si conoscevano e soprattutto invogliare a fare queste iniziative, magari pernottando anziché tornare a casa".

Sport vuol dire Coni, e il presidente regionale ha scelto proprio la presentazione nella Tuscia, per il forte legame che lo lega a territorio: "Gran parte di queste discipline fanno parte del Coni - ha precisato Riccardo Viola - uno dei nostri compiti è promuovere lo sport per tutti. Importante guardare a tutta la regione, perché non dobbiamo essere 'romacentrici', questo territorio e quello delle altre province merita attenzione, specie con lo sport, quello praticato da tutti. Sono sempre stanto convinto del coinvolgimento nello sport, che va portato anche dove non si fa, magari in luoghi di cultura, come facemmo tempo fa a Castel Sant'Angelo. Per fare questo è necessario fare squadra".

La guida entra di diritto nella famiglia del Touring Club, l'associazione turistica per eccellenza, raccontata a grandi linee da Vincenzo Ceniti, che dopo aver ricordato il 125° anniversario dalla fondazione ha ringraziato l'istituzione coinvolta: "La Camera di commercio è ormai il punto di riferimento concreto per una politica che abbia la pretesa di essere ultra comunale e pensi alla Tuscia. L'unico ente in grado di stimolare la domanda verso nicchie come quella di oggi, lo sport, ma anche di adeguare l'offerta alla domanda del turista, concentrandosi su un progretto di acculturamento delle strutture", ha concluso il console Touring omaggiando Merlani e Tagliavanti di una ceramica celebrativa del Touring club.

Il segretario Monzillo ha presentato il portale Tuscia sport & Leisure che rappresenterà la versione informatica del turismo sportivo nel viterbese: "Da sempre il nostro impegno è quello di integrare le potenzialità delle nostre aziende al mondo del turismo, con la creazione di pacchetti speciali con esperienze sensoriali. Da questo progetto sportivo svilupperemo un portale che dia promozione a quattro mondi: trekking, mountain bike, trial running e turismo equestre, tutti adattati al territorio. Forti dell'esperienza di CammininTuscia, la camminata che organizziamo lungo la Francigena - ha proseguito Francesco Monzillo - stiamo lavorando su un prodotto che riesca ad invogliare gli sportivi a fermarsi oltre la gara o la passeggiata, magari con la propria famiglia.
Per ogni settore ci saranno itinerari, mappa interattiva, accoglienza, eventi, per gran parte realizzati con i dati forniti dalle associazioni operanti sul territorio, che hanno la loro pagina associativa, dove potranno presentarsi e raccontare i propri progetti". Un lavoro che sta impegnando in questo momento la Camera di Commercio e che resta aperto ai contributi di tutte le realtà territoriali che vorranno fornire idee e materiale, per poi essere lanciata online e magari, in futuro, diventare un app per mobile.

Al termine dell'incontro sono stati coinvolti i presenti, associazioni, aziende che operano nel settore, che hanno dato vita ad un brianstorming da cui attingere ancora per ulteroiori iniziative di sviluppo, da presentare a supporto della guida Lazio Active.

Teresa Pierini