Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tortoriello (Unindustria): "Auguri a Carlo Bonomi, nuovo Presidente di Confindustria"

In Citta'
Font

ROMA - "Gli auguri più sinceri, a nome mio e di tutti gli imprenditori di Unindustria, a Carlo Bonomi che stamattina, abbiamo designato quale nuovo Presidente di Confindustria per il quadriennio 2020- 2024 - dichiara Filippo Tortoriello Presidente di Unindustria -. Con l'elezione di Carlo Bonomi, abbiamo dimostrato, ancora una volta, una grande capacità di rinnovamento nella continuità.

Pin It

Il Presidente designato, che ha avuto un consenso veramente molto significativo, potrà e dovrà contare sul supporto di tutto il sistema confindustriale. Ora, finita la fase di competizione, si apre la fase della compattezza - prosegue - perché il successo di Carlo Bonomi è il successo di tutta Confindustria.

Siamo convinti che la squadra di Presidenza, che il Presidente designato dovrà presentare il prossimo 30 aprile, sarà all'altezza delle grandi sfide che ci attendono, con la scelta di imprenditori di alta competenza e notevole prestigio.

Carlo Bonomi si troverà ad affrontare un momento molto delicato della storia del nostro Paese, una situazione mai vissuta prima con una recessione economia dovuta all' emergenza sanitaria. Il Presidente designato e la sua squadra, si troveranno di fronte ad uno scenario, che definire drammatico probabilmente non è sufficiente, l'obiettivo primario sarà quello di stimolare il Governo ed il Parlamento, affinché facciano ripartire in tempi molto veloci tutto il nostro sistema produttivo, supportandolo con significativi sostegni economici, ai quali tutte le imprese con facilità possano accedere, con procedure che devono essere estremamente chiare e semplici.

Ridando così quella fiducia al sistema produttivo che l'Italia merita. Fermo restando che per noi imprenditori il diritto alla salute di tutte le persone e l'assoluta necessità di garantire la sicurezza dei lavoratori sono valori imprescindibili" .