Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Coronavirus: un solo caso nella Tuscia, per un totale di 436, un terzo già negativizzati

In Citta'
Font

VITERBO - Un caso accertato di positività al COVID-19 è stato comunicato, entro le ore 12, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo.

Pin It

La persona risultata positiva al Coronavirus, è ricoverata presso il reparto di Malattie infettive COVID a Belcolle, è residente nel comune di Montalto di Castro e presenta un link epidemiologico noto.

Il Team operativo Coronavirus ha attivato le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione degli Enti locali.

In totale, alle ore 12 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 436, di cui 18 sono i casi accertati in strutture extra Asl.

Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la guarigione dal COVID-19 di 8 pazienti, avendo ricevuto la refertazione di negatività rispetto a due tamponi eseguiti consecutivamente a distanza di alcuni giorni.

I cittadini sono residenti, o domiciliati, nei seguenti comuni: 4 a Viterbo, 3 a Tarquinia e 1 a Vetralla.

Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus: 240 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio, 24 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 2 nel reparto di medicina COVID. Sale a 152 il numero delle persone negativizzate e resta a 18 il numero delle persone decedute, a cui occorre aggiungere il paziente residente nella Tuscia e deceduto in una struttura ospedaliera fuori provincia.