Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Palazzo Brugiotti e Quadreria della Fondazione Carivit: riprendono le visite

In Citta'
Font

VITERBO - Venerdì 4 febbraio 2022 alle 11 e alle 17 riprenderanno le visite guidate gratuite offerte dalla Fondazione Carivit e dedicate alla scoperta di Palazzo Brugiotti, sede istituzionale dell’Ente.

Pin It

I visitatori potranno conoscere la storia della Famiglia Brugiotti e della loro signorile dimora edificata alla fine del Cinquecento in attuazione del piano urbanistico voluto dal Card. Alessandro Farnese, per la creazione della nuova “via Farnesiana” (attuale Via Cavour) che modificò radicalmente parte del centro storico medievale di Viterbo.

Sarà inoltre possibile ammirare la ricca collezione di opere d’arte custodite nella Quadreria della Fondazione Carivit firmate da Matteo Giovanetti, Cesare Nebbia, Anton Angelo Bonifazi e altri significativi artisti, viterbesi e non, legati alla città.

Le visite guidate si terranno esclusivamente su prenotazione e si svolgeranno in due turni: la mattina alle ore 11 e il pomeriggio alle ore 17, con punto di ritrovo presso il Museo della Ceramica della Tuscia (piano terra di Palazzo Brugiotti) alle ore 10:50 e alle 16:50.

La prenotazione può essere effettuata via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., telefonando o lasciando un messaggio nella segreteria del numero 0761.223674 o direttamente presso il Museo della Ceramica della Tuscia, via Cavour, 67 – Viterbo.

Nel rispetto delle norme in materia di contenimento del contagio da coronavirus è consentito l’accesso per un massimo di 5 persone ed è obbligatorio presentare il green pass rafforzato e indossare la mascherina FFP2.