Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

"Capitani in Tuscia": a Pomeriggi Touring il racconto del regista e dell'uomo Giorgio

In Citta'
Font

VITERBO - Cinque anni fa, esattamente il 25 marzo del 2017, il regista Giorgio Capitani lasciava questa terra, dopo una carriera di successo tra cinema e fiction televisive, e un grande amore per la città dei papi, condiviso con la moglie Simona Tartaglia.

Pin It

Per celebrare l'uomo e il professionista, il Touring club Viterbo ha coinvolto proprio Simona nell'organizzazione dell'omaggio, inserito nella rassegna Pomeriggi Touring, dedicato quest'anno ai vip di ogni secolo vissuti nella Tuscia.

L'appuntamento "Capitani in Tuscia" è in programma giovedì 24 marzo, alle 17.30, presso l'Auditorium Valle Faul della Fondazione Carivit (che ha patrocinato la manifestazione, in collaborazione con Fidapa, Nimpha, Inner Wheel e Rotay club Viterbo). Simona Tartaglia racconterà Giorgio attraverso i suoi ricordi personali, il libro "Il cinema nel cuore" e gli aneddoti di tanti set, tutti viterbesi, per girare Il maresciallo Rocca, Papa Giovanni, Edda Ciano, Rita da Cascia, Il caso Mattei, insieme agli attori Massimo Ghini (che interpretò Roncalli da giovane, Galeazzo Ciano ed Enrico Mattei), Massimiliano Virgili (Russo), Massimiliano Pazzaglia (Alfano) e Paolo Gasparini (Banti).

"Sono molto felice nel vedere quanto la città di Viterbo e le realtà culturali abbiano voluto dedicare un ricordo per il quinto anniversario dalla scomparsa di Giorgio - confessa la moglie Simona -, ho scelto di restare in questa città anche per questo motivo, diventando ormai orgogliosamente viterbese.
Spero di vedervi arrivare numerosi per ricordare insieme sia la figura di Capitani regista ma soprattutto quella dell'uomo Giorgio, che ha amato infinitamente questa città e l'ha scelta come ultima dimora".

Giorgio Capitani fu proclamato cittadino onorario di Viterbo dall'allora sindaco Giancarlo Gabbianelli, per ringraziarlo dell'immagine data alla città con il set del Maresciallo Rocca, reso eterno dall'interpretazione di Gigi Proietti. Poco dopo la famiglia Capitani si trasferì a Viterbo per viverci. Capitani era anche stato nominato Ambasciatore del Sodalizio Facchini di Santa Rosa, che aveva immortalato e inserito in una puntata della fiction, con Proietti e la Sandrelli che ammiravano il Trasporto dalla finestra di Palazzo dei Priori. Massimo Mecarini sarà presente giovedì con una rappresenza di Facchini di Santa Rosa.

Ingresso gratuito con green pass rafforzato e mascherina Ffp2.

Teresa Pierini