Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

“Giovani e prevenzione andrologica e ginecologica: perché aspettare?”: convegno Rotary club Viterbo per il sociale

In Citta'
Font

VITERBO – "Il futuro dipende da ciò che fai oggi": questa la frase di Gandhi scelta dal Distretto Rotary 2080 (Governatore: Guido Franceschetti, Anno Rotariano 2022/2023) per presentare il progetto di sensibilizzazione sull'importanza degli screening andrologici e ginecologici e sulla prevenzione delle malattie urogenitali nei giovani.

Pin It

Domani, 27 gennaio, sarà Viterbo la città che ospiterà uno degli appuntamenti organizzati sul territorio in collaborazione con Fidapa, Inner Wheel Viterbo, Rotaract Viterbo e il patrocinio della Fondazione Carivit, del Comune di Viterbo e della Asl Viterbo. All'evento parteciperà l'Istituto Orioli.

Dalle ore 9, presso la Sala conferenze della Fondazione Carivit (Valle Faul) si svolgerà l'incontro “Giovani e prevenzione andrologica e ginecologica: perché aspettare?”.
La prima risposta è quella fornita dagli organizzatori: “Secondo fonti ufficiali, nel mondo occidentale il 15-20% delle coppie in età fertile ha difficoltà ad avere un figlio – spiegano - e tra le cause l’infertilità maschile incide per il 29,3% e quella femminile per circa il 35%. Secondo il Ministero della Salute, il 27% dei giovani sotto i 18 anni ha problemi riguardanti la sfera riproduttiva e sessuale. La prevenzione si basa su uno stile di vita volto a ridurre o, meglio, evitare i fattori di rischio: abuso di alcol, tabagismo, droghe, sostanze dopanti, obesità, rapporti non protetti. Sia per le ragazze che per i ragazzi, è utile fare la vaccinazione anti HPV, contro le infezioni da papilloma virus e le neoplasie correlate, e anche imparare, rispettivamente, l’autopalpazione del seno e quella dei testicoli. Altrettanto importanti sono le visite mediche periodiche di controllo”.

La salute è una componente fondamentale della nostra vita, a parlarne con i ragazzi saranno professionisti, docenti, medici. L'incontro inizierà con i saluti istituzionali, con protagonisti Lamberto Scorzino, presidente Rotary Viterbo, Chiara Frontini, sindaco di Viterbo, Antonella Proietti, Dir. FF Asl Viterbo, Matteo D'Angelo, presidente Rotaract Viterbo, Simonetta Pachella, dir. scol, Istituto Orioli.

Seguiranno poi gli interventi moderati dal prof. Stefano De Spirito, pres. comm. progetti sanità Rotary Club Viterbo, partendo dalla presentazione del progetto, da parte della prof.ssa Daniela Tranquilli (La Sapienza), e dagli interventi del dott. Lanzetti (pres. Ordine medici chirurghi Viterbo) "I medici e la prevenzione"; dott. Cimarello "La prevenzione nelle cure primarie"; Dott. Quercia "La prevenzione nella Asl Vt"; prof. Rizzotto "La prevenzione andrologica"; dott.ssa Primieri "La prevenzione ginecologica". Al termine tavola rotonda con la partecipazione degli studenti.

Un modo con cui il Rotary immagina quindi, ancora una volta, di poter promuovere la cultura della salute come benessere globale dell’individuo.

La cittadinanza è invitata a partecipare a questo importante appuntamento.