Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Gira la ruota: pienone per il taglio del nastro e la prima ora di giri gratis

In Citta'
Font

VITERBO - Alla fine la ruota gira, con pienone di pubblico attirato dall'ingresso gratuito, anche se, per lo meno da quanto si legge sui social, il giro gratis è limitato alla prima ora dal taglio del nastro, dopo si passa alla cassa e la cosa non lascia indifferente chi è ancora in fila.

Pin It

Nel frattempo però in tanti erano già saliti sulle cabine, tantissimi bambini e famiglie, che non hanno perso l'occasione.

Poco prima il taglio del nastro da parte del sindaco Frontini. circondata da maggioranza d'ordinanza e marito.

Al primo giro sale anche la stampa e c'è voglia di divertirsi, tra leggeri brividi di paura, la ruota, pur sicurissima, è molto alta, e l'imbrunire non aiuta a prendere punti di riferimento. Sotto, sempre più piccoli, tanti viterbesi in fila. Giusto un giro e si lascia la cabina agli altri, per permettere a più gente possibile di salire, il tempo stringe e l'ora scorre veloce.

La ruota panoramica di Prato Giardino è allestita dalla Moruzzi group, azienda di Montecatini Terme, e resterà fino al 15 maggio, difficilmente sarà prorogata, perché la ruota è già impegnata altrove.

Ben 34 metri di altezza, una cabina per disabili e una Vip, tutta dorata, dove è possibile gustare un aperitivo a bordo, ovviamente pagando un supplemento a seconda delle richieste.

Il video girato in diretta social è disponibile nella nostra pagina: https://fb.watch/jpXNRrVMBa/ Metti Mi piace per restare aggiornato sulle notizie pubblicate.

Teresa Pierini