Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Maria Hardouin, sposa e madre: convegno al Museo Marco Scacchi

In Provincia
Font

GALLESE - Un convegno per ricordare una cittadina e la sua vita familiare: domenica 6 maggio 2018 alle 17, presso il Museo Marco Scacchi è in programma "Maria Hardouin di Gallese e Gabriele D'Annunzio. Storia di un matrimonio".

Pin It

Il convegno si prefigge di fare nuova luce sulla figura, tuttora sconosciuta ai più, della Duchessa Maria Hardouin di Gallese, la quale fu musa e moglie di Gabriele d’Annunzio, fu madre di tre dei suoi figli e l’unica donna che riuscì, non senza difficoltà, a stargli accanto per tutta la vita, portando sempre con grande dignità il nome del celebre marito.

Si porrà l'attenzione sugli inizi del loro rapporto amoroso, con lei, giovanissima discendente di una delle famiglie più importanti della nobiltà romana, gli Altemps (Hardouin di Gallese), e lui, giovane esuberante poeta e giornalista di provincia che si presentava con intraprendenza ai salotti buoni della capitale.
Si affronteranno le fasi successive, il matrimonio, la separazione, il riavvicinamento tra i due, con Madame D'Annunzio (Maria Hardouin di Gallese) che trascorre gli ultimi decenni della sua vita al Vittoriale, tanto da esserci sepolta alla sua morte.
Saranno messe in luce le doti di madre (di tre dei figli del Vate) e donna determinata nelle sue scelte, benché fosse stata addirittura ripudiata e diseredata dalla sua famiglia, proprio a causa del suo amore per D'Annunzio.

Maria Hardouin di Gallese è sì una donna d'altri tempi, ma per molti versi è molto più vicina a noi di quanto possa sembrare, ed ha innegabilmente avuto un ruolo fondamentale nella vita di Gabriele D’Annunzio, tanto che non è possibile comprendere appieno Lui, uomo e artista, senza conoscere Lei.

Relatori:
Giuliana Vittoria Fantuz, giornalista e scrittrice
Franco Di Tizio, saggista
Dante Marianacci, poeta narratore e saggista
Franca Minnucci, attrice e saggista
Annamaria Andreoli, docente universitaria e saggista
Italo Rossetti (moderatore), docente di lettere

Il convegno è organizzato dalla Associazione Pro Loco di Gallese, in collaborazione con l'amministrazione comunale di Gallese e l'Associazione Pro Loco Ostia Aterni di Pescara.

L'evento è inserito nel calendario dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale ed è patrocinato dalla Regione Lazio, dalla Regione Abruzzo, dalla Città di Pescara, dalla Città di Gallese e dalla Fondazione Il Vittoriale degli Italiani.