Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

La Notte dei Fiori: la cornice intorno la realizzazione della tradizionale infiorata del Corpus Domini a Tarquinia

In Provincia
Font

TARQUINIA - Sarà una notte di fede, di festa e di musica quella del 18 giugno a Tarquinia: il Comune di Tarquinia e la Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia promuovono infatti una speciale “Notte dei Fiori”, una serata ricca di eventi che faranno da magica cornice alla realizzazione della tradizionale infiorata del Corpus Domini per la via principale della cittadina.

Pin It

Si comincia alle 18.30 in piazza Cavour, con il via ufficiale alla manifestazione sulle note della Banda Musicale “Giacomo Setaccioli” e con la presentazione della giuria che dovrà decretare il più bel quadro floreale della manifestazione. Sino a mezzanotte resteranno aperti in via straordinaria il Museo Diocesano d’Arte Sacra, il Torrione della Contessa Matilde e le chiese della Città; nell’atmosfera suggestiva del crepuscolo estivo sarà possibile visitare il centro storico con la guida esperta di Claudia Moroni, con partenza da Piazza Cavour alle 19.30 e alle 22.

Intanto via Umberto I si riempirà delle bancarelle del mercato antiquario di Ponte Milvio. Alle 20, mentre in piazza del Duomo, lungo il Corso Vittorio Emanuele e in piazza Matteotti prenderà il via la realizzazione dell’infiorata, nella Chiesa delle Benedettine sarà esposto il Santissimo Sacramento e cantato l’ufficio solenne del Corpus Domini e sino a mezzanotte chiunque potrà sostare e raccogliersi in preghiera di adorazione.

Alle 21.30 l’appuntamento clou della serata: nella splendida cornice della Chiesa di Santa Maria in Castello risuoneranno le letture interpretate di canti scelti della Divina Commedia, a cura degli attori Edoardo Siravo e Rachele Giannini, intervallate da brani musicali realizzati con la delicata potenza dei suoni di arpa (Katia Catarci) e flauto traverso (Elisabetta Crinella). Recitazione e musica si intrecceranno per ricreare un’atmosfera onirica, ricca di pathos, al fine di condurre il pubblico in un viaggio dell’anima, come quello vissuto dal Sommo Poeta.

Serata di fiori, di musica, ma anche di stelle: alle 22, in piazza Cavour, il gruppo Astrofili “Galileo Galilei” regalerà ai presenti l’emozione dell’osservazione degli astri del cielo estivo, spiegando anche come si realizzano le fotografie dei corpi celesti.

Alle 23, mentre saranno in pieno fermento i lavori dell’infiorata, nella Chiesa del Suffragio un altro, raffinato appuntamento musicale: l’organista Andrea D’Eusebi e la soprano Silvia Lo Giudice terranno un concerto dedicato a Maria, fiore di speranza.

Domenica mattina, sin dalle prime luci dell’alba, sarà finalmente possibile ammirare il tappeto floreale che attraversa la città, pronto per la grande festa del Corpus Domini. Alle 10, riprendendo l’antica tradizione, il vescovo Gianrico Ruzza presiederà l’eucaristia nel Duomo. Il canto sacro sarà eseguito dalla Cappella musicale diretta da Walter Rosatini e accompagnata all’organo dal maestro Luca Purchiaroni. Al termine si formerà la processione, dal Duomo sino a piazza Matteotti, dove sarà impartita la benedizione alla città e saranno proclamati i quadri floreali vincitori del concorso.

“La Notte dei Fiori sarà una manifestazione molto significativa per la Città – spiegano gli organizzatori – che cercherà di coniugare l’aspetto spirituale e tradizionale del Corpus Domini con il desiderio di animare una serata di festa e di condivisione, favorendo anche l’aggregazione di molti giovani nella creazione delle infiorate. Confidiamo che l’entusiasmo incontrato da parte dei gruppi e delle associazioni che parteciperanno possa coinvolgere anche tanti cittadini nelle iniziative culturali e religiose in programma”.