Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Luca Argentero, Claudio Amendola, Barbora Bobulova: il cast di Hotel Gagarin incontra il pubblico al cinema Intrastevere

Teatro e Cinema
Font

ROMA - Divertimento, poesia e un cast d’eccezione per Hotel Gagarin, il film di Simone Spada che ha conquistato in questi giorni il favore e l’affetto del pubblico cinematografico.

Luca Argentero, Claudio Amendola, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy sono insieme sul grande schermo per una commedia poetica, raffinata e divertente, prodotta da Lotus Production, una società Leone Film Group, con Rai Cinema e distribuita da Altre Storie.

Pin It

Per festeggiare la bella accoglienza ricevuta dal pubblico mercoledì 20 giugno alle 20.30 il cast (Argentero, Amendola, Battiston, Bobulova, D’Amico e Shulha) insieme al regista saranno al cinema Intrastevere per un saluto in sala e per rispondere a tutte le curiosità sul film.

La commedia racconta la storia di cinque italiani spiantati che vengono mandati a girare un film in Armenia. Appena arrivati scoppia una guerra e il sedicente produttore sparisce con i soldi. Abbandonati all’Hotel Gagarin, isolato nei boschi e circondato dalla neve, trovano il modo di inventarsi un’originale e inaspettata occasione di felicità che non potranno mai dimenticare.

Una storia di speranza in cui i sogni, i sentimenti e la magia del cinema rendono possibili nuovi incontri ed emozioni, scelte e cambiamenti inattesi.

'Sentivo l’esigenza di raccontare una storia di speranza, sogni, popoli col sorriso della commedia, attraverso il mezzo che amo e conosco meglio: il cinema – racconta il regista -. Hotel Gagarin vuole essere una commedia romantica, brillante, malinconica e un po' visionaria. È la possibilità di fare un viaggio divertendosi, un film in movimento nonostante si svolga principalmente in un unico grande ambiente. È un tentativo di farci sognare, ridere, emozionarci o intristirci, come faceva, una volta, la commedia all'italiana che ci faceva uscire dal cinema più consapevoli e felici. Rubo al mio film il pensiero più forte che attraversa in questi giorni la mia mente: ‘È stato un privilegio sognare con tutti voi’. Grazie al pubblico che ci ha scelto e a tutte le persone che hanno reso possibile questo film!”

*foto dal set di Andrea Miconi, concesse dall'ufficio stampa del film