Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Martin Castrogiovanni: il pilone azzurro padrino dei riccetti del Tusciarugby

Sagre e Feste
Font

VITERBO - Grande festa di sport e pubblico delle grandi occasioni ieri pomeriggio a salutare l'arrivo al Sasso d'Addeo di San Martino al Cimino di uno dei piloni più forti che abbia mai vestito la maglia azzurra: Martin Castrogiovanni. Con l'occasione, sono state presentate le nuove maglie di gioco che vestiranno le formazioni biancorosse a partire dai prossimi incontri.

Pin It

Invitato da un altro campionissimo, Simon Picone, attuale ds del Tusciarugby, Castro non si è risparmiato nel dispensare consigli alle varie squadre schierate sul terreno di gioco, dagli under 6 alla under 14, per i “riccetti” del Tusciarugby un'esperienza che non dimenticheranno mai per tutto il corso della loro carriera sportiva e non.

Poi spazio al pubblico degli appassionati con un'incredibile quantità di foto riprese, con il campione pronto a dispensare autografi, sorrisi e strette di mano. Inutile rimarcare quanto “luculliano” sia stato il terzo tempo con protagonisti i genitori, che hanno dato sfoggio ognuno delle proprie eccelse abilità culinarie. Insomma, una vera e propria festa di sport che ha permesso a tutti gli intervenuti di fare la diretta conoscenza con due dei più grandi campioni della pallaovale.

“Un sincero grazie a Martin per la sua cortese disponibilità - ha affermato raggiante il presidente Marco D'Ottavio - ma ancor più doverosa è la nostra riconoscenza a Simon e a sua moglie Maria Chiara che ci hanno permesso di vivere un sogno, sicuramente impensabile fino a pochi mesi fa”.

Anche Martin si è detto alla fine soddisfatto della straordinaria accoglienza ricevuta e pronto a ripetere questa esperienza prima di quanto si possa immaginare. 

Presentate poi dalla Tusciarugby le nuove maglie che alla ripresa dei campionati, dopo l'ultima gara di Parisse e compagni nel Sei Nazioni (sabato contro la Scozia), vestiranno le varie formazioni biancorosse: dal minirugby (under 6, 8, 10 e 12), alla giovanile (under 14), alla femminile e alla seniores.

A tenere a battesimo la nuova divisa è stato proprio Martin, uno che di Nazionale se ne intende avendo vestito la prestigiosa maglia azzurra in ben 119 occasioni.

Rispetto alla divisa tradizionale (maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi) che ha fin qui accompagnato le quattro stagioni giocate da capitan Stefano D'Ottavio e compagni la nuova maglia ha come base uno sfondo bianco su cui campeggia ben visibile il logo societario, il famoso riccio stilizzato.

La divisa si completa di pantaloncini bianchi e calzettoni a strisce orizzontali rosse e nere. Naturalmente, a testimoniare la formidabile crescita della polisportiva, avvenuta soprattutto nell'ultimo anno con l'arrivo di Simon Picone alla direzione tecnica e di sua moglie, Maria Chiara Matzeu, alla organizzazione del minirugby, tantissimi sono gli sponsor presenti.

“Colgo l'occasione per ringraziarli tutti - ha affermato il presidente Marco D'Ottavio nel corso dell'evento di sabato - sia quelli cosiddetti 'minori' che non compaiono sulla maglia sia i main sponsors: Pacaro,Cioccodanì,Job Solution, Dal Peschereccio, KDS, Al 77 e Green Pub. E' soprattutto grazie a loro che stiamo realizzando un sogno nato solo quattro anni fa”.