Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Archeologia tra le mani, strumenti digitali e divulgazione inclusiva: Arte è scienza a Castello Baglioni

Mostre
Font

GRAFFIGNANO – Sarà il Castello Baglioni ad ospiare la VI edizione di “Arte è scienza 2019” organizzata dalla Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria meridionale, dall'Associazione italiana di Archeometria, Associazione Open, Comune di Graffigano e dall'associazione culturale Cultra.

Pin It

L'incontro, dal titolo “Archeologia tra le mani: strumenti digitali e divulgazione inclusiva” si svolgerà domani pomeriggio, 30 novembre 2019 dalle 14,30.

La conferenza si aprirà con i saluti istutuzionali del sindaco Piero Rossi, seguito dalla dottoressa Maria Letizia Arancio (Sabap Rm-Met), da Anna Maggio Aprile. presidente Associazione Open Graffignano, Sipicciano (La Tuscia), Francesco Borsari, presidente Associazione Culturale Cultra e Simone Caglio Associazione Aiar.

Dalle 15.30 gli interventi tecnici di “Archeologia tra le mani”: Francesca Letizia Rizzo, collaboratore esterno Sabap Rm-Met, "Identità Mediterranee: due anni dopo: novità e prospettive dallo studio di Poggio La Guardia”; Simone Caglio, Università degli studi di Milano-Bicocca, “Guardare per conoscere: le analisi per immagini come metodo conoscitivo”; Francesco Maspero, Università degli studi di Milano-Bicocca, “Strumenti digitali e divulgazione inclusiva”.

Alle 17.30 l'ultimo appuntamento sarà “Oltre la mostra: vietato non toccare”, laboratori interattivi a cura degli organizzatori dell’evento e visita guidata alla mostra “Identità mediterrane. Poggio La Guardia. Contesti e materiali da una villa romana della Media del Tevere”.