Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

“Irlandesi e inglesi nel Risorgimento”: in Sala Regia il nuovo libro di Mary Jane Cryan

Libri
Font

VITERBO - Sabato 15 ottobre, alle ore 16.30, presso la Sala Regia del Palazzo dei Priori, sarà presentato al pubblico il libro scritto dalla studiosa irlandese-americana Mary Jane Cryan dal titolo “Irlandesi e Inglesi nel Risorgimento”, Edizioni Archeoares 2022.

Pin It

Il volume costituisce una ricerca affascinante sul contributo degli irlandesi e inglesi nella campagna per l’unità d’Italia a metà del XIX secolo. Getta luce su questi volontari - fino ad oggi quasi ignorati - che vollero scendere al fianco delle truppe garibaldine.

Attraverso una lunga e meticolosa ricerca, l’autrice ricostruisce un mondo variegato fatto di soldati semplici e ufficiali, che parlavano lingue diverse e che, solo all’apparenza, sembravano avere pochi motivi per combattere nell’Italia martoriata dalle guerre d’indipendenza.

Il libro rappresenta un nuovo e prezioso contributo a dimostrazione della dimensione transnazionale del Risorgimento e, al tempo stesso, di quanto fossero forti i legami fra il neonato stato italiano e le isole Britanniche.

All’incontro sarà presente l’autrice, Mary Jane Cryan e il sindaco di Viterbo, Chiara Frontini. Saranno presenti gli Ambasciatori d’Italia nella Repubblica di San Marino, Maria Giovanna Fadiga Mercuri e Sergio Mercuri; la professoressa Fadiga Mercuri interverrà in quanto curatrice dei testi in italiano del libro.

La partecipazione all’evento è libera ma si consiglia la prenotazione scritta ai seguenti contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 389 067 2580 (anche telegram e whatsapp)