Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il castello di Carbognano: alla Fondazione Carivit il libro sulle trasformazioni nella storia

Libri
Font

VITERBO - Domani pomeriggio, martedì 18 aprile alle 16,30,  presso Palazzo Brugiotti, sede della Fondazione Carivit,  in via Cavour 67, sarà presentata la publicazione edita da Rinascimentiamo "Il castello di Carbognano residenza di Giulia Farnese. Le trasformazioni tra il XV e XVII secolo - Storia, architettura, decorazioni pittoriche".

Pin It

Presenteranno il volume Margherita Eichberg (Soprintendenza A.BA. e P. Provincia VT e Etruria Meridionale) e Enrico Parlato (Univerità della Tuscia). Saranno presenti le autrici, Simonetta Valtieri e Daniela Gallavotti Cavallero. In apertura i saluti di Luigi Pasqualetti, Presidente della Fondazione Carivit.

Al termine della presentazione seguirà un rinfresco presso la sede dell'Associazione RinascimentiAmo in piazza San Simeone 5.

Dal 2019 l’Associazione "RinascimentiAmo: un Futuro per il Passato" ha avviato studi sulla produzione Farnesiana nel Lazio da cui sono scaturiti due volumi, pubblicati nel 2022: I Farnese a Viterbo (E. Bentivoglio, S. Valtieri)  e quello che si andrà a presentare oggi Il Castello di Carbognano residenza di Giulia Farnese (S. Valtieri, D. Gallavotti Cavallero), edito a cura della Associazione RinascimentiAmo e con il contributo della Fondazione Carivit.

Il volume ricostruisce per la prima volta le fasi costruttive del castello, datando gli interventi operati per Giulia Farnese al primo decennio del Cinquecento sulla base degli stemmi e delle sue decorazioni pittoriche.

Lo studio sul castello si pone come punto di partenza per la valorizzazione di Carbognano e del suo territorio ponendo al centro la figura di Giulia, in vista delle celebrazioni del V Centenario della sua morte (1524), promosse da Umberto Laurenti, Vice Presidente dell’Associazione culturale “RinascimentiAmo”.