Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il Coro "San Faustino" canta per la Madonna di Costantinopoli davanti al Vescovo Piazza

Spettacolo
Font

VITERBO - Venerdì 10 maggio, nella storica Chiesa dei SS. Faustino e Giovita, il Coro "San Faustino - Schola Cantorum Madonna di Costantinopoli" fondato e diretto dall'organista della Chiesa, il Maestro prof. Daniela Sabatini, ha solennemente inaugurato con la partecipazione della violinista Raffaella Sabatini la S. Messa per il 60° anniversario dell' Incoronazione della Sacra Icona mariana.

Pin It

Per l'occasione, durante l'ingresso della preziosa icona. il Coro ha eseguito "l'Inno alla Madonna di Costantinopoli" per coro, violino e organo, scritto e composto dalla stessa Daniela Sabatini e che è stato già eseguito nel maggio 2023 ed il 24 gennaio scorso in occasione dell' apertura del Giubileo per il 500° anniversario dell' arrivo a Viterbo dei Cavalieri di Malta.

L'Inno è stato dedicato dalla sua autrice al Vescovo di Viterbo, Mons. Orazio Francesco Piazza il quale, al termine, della cerimonia, si è vivamente congratulato con Daniela Sabatini ed il Coro "San Faustino - Schola Cantorum Madonna di Costantinopoli" impartendo ad ognuno dei componenti la sua paterna benedizione, con i suoi auguri per la missione musicale che il Coro svolgerà anche nella Città dei Papi nel periodo giubilare.

Vivi apprezzamenti al Coro "San Faustino - Schola Cantorum Madonna di Costantinopoli" anche da parte degli altri dedicatari dell' Inno, i Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Malta, sia per l'alta ispirazione compositiva e creativa dell'Inno sia per l'eccellente qualità, eleganza ed impasto vocale del Coro, che si è distinto inoltre per la professionalità dei suoi scelti cantori e per l'autorevole, sapiente ed esperta conduzione direttoriale di Daniela Sabatini.