Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

L'inno alla libertà di Francesco Pierozzi: sound rock e molta ironia in "Cazzomene"

Protagonisti
Font

TARQUINIA - Sale inarrestabile la voglia di musica di Francesco Pierozzi, che in attesa di tornare in campo e sul palco con i Dear Jack si presenta con il suo secondo lavoro solista, a base di rock, ironia e tanta passione per la chitarra e il sound che lo accompagna da sempre.

Pin It

Dopo "Amore e amuchina", realizzato in pieno lockdown in video collegamento con Alessio Bernabei, da una settimana è uscita "Cazzomene", un inno alla libertà, alla ricerca di se stessi, al "fregarsene degli altri", con un ritornello incisivo ed orecchiabile, perfetto per arrivare dritti dritti all'estate.

C'è spazio anche per un briciolo di romanticismo, sempre in salsa rock, con la sua "lei" tenuta per mano o che lo spinge sull'altalena, magari quella della vita. Il video è selfmade, e forse per questo terrbilmente simpatico, con Francesco sempre protagonista mentre balla e cambia veste, intepretando decine di personaggi, dal chitarrista doc ai cosplay dei cartoon più famosi.

Un nuovo viaggio targato Fiero Dischi Srls, che è già stato notato dalle radio nazionali.

Francesco Pierozzi ha raccontato a noi qualche dettaglio su questo lavoro: "E' tutta farina del mio sacco, io metto l'anima nell'interpretazione della mia musica, ed è l'anima che scaturisce dal suono. Ogni singolo particolare ha un suo ragionamento, ben studiato. Ho un cassetto pieno di cose scritte, mi sono concentrato su questa perché ci credevo, ho tanta voglia di far sentire tutto".

Un titolo particolare, adatto allo slang dei giovani, forte e diretto: "Il titolo è un invito a fregarsene degli schemi mentali che stressano nella vita, un inno alla libertà, mi sono creato un luogo dove vivere il mio spazio. Sono certo che farò sempre meglio, Ma c'è anche della dolcezza, ispirata ad un momento vero vissuto sull'altalena, insieme alla mia fidanzata, che poi, immediatamente, è finito nel testo la sera stessa".

Un momento complesso per l'intera discografia non ha fermato il bravo Francesco, che va dritto per la sua strada: "C'è stato un riscontro positivo sulla canzone, sono fiero di fare quello che voglio, rimane tanta voglia di suonare live, sia da solo che con il gruppo. In testa abbiamo tante cose, vedremo quando sarà possibile tornare su un palco". 

Esce allo scoperto facendo quello che ama fare, semplicemente musica: "Alla gente spero che arrivi sempre più la canzone e in molti mi dicono che non se lo aspettavano, ma anche con i Dear mi sono sempre cimentato alla ricerca di suoni e dettagli. Lavorandoci ho capito che ho le idee chiare per sperimentare e far uscire quello che ho dentro".

Resta da capire come nasce il video: "Ci pensavo da giorni, non sapevo cosa fare e non mi veniva in mente nulla, poi l'intuizione. Ho messo insieme dei costumi e ho girato ironizzando con i vari personaggi. Ovviamente ho il mio preferito: Spiderman".

Un supereroe che segue i suoi sogni, fatti di note, perché l'unico mestiere che conosce è fare musica, e quando sai farla così bene non puoi che essere premiato.

Per chi volesse ascoltare il brano, oltre alle piattaforme virtuali e speriamo sempre di più in radio, questo è il link del video: https://www.youtube.com/watch?v=QWSzfXaxWQo

Teresa Pierini